Andrea Cistana esulta per il suo primo gol da professionista contro il Bologna Andrea Cistana esulta per il suo primo gol da professionista contro il Bologna fonte immagine: ilposticipo.it

La Bottega dei Talenti - Andrea Cistana

Scritto da  Apr 15, 2020

Il calciomercato tiene ormai banco tutto l’anno in queste ultime stagioni, le trattative spesso si concludono durante la primavera, in gran segreto, per essere poi svelate a fine stagione. In questo periodo di totale mancanza di calcio giocato, ecco che le notizie del calciomercato iniziano a circolare vorticosamente.

In casa Bologna uno dei maggiori obiettivi per la prossima stagione sarà quello di rinforzare la difesa. Una delle linee guida del prossimo mercato sarà, come accaduto anche a gennaio, acquisire giovani di talento sui quali investire sia economicamente, che tecnicamente. Per la difesa sono stati individuati diversi profili, alcuni già trattati durante il mercato di gennaio quando si riteneva possibile anche l’arrivo di un difensore.
Tra gli altri c’è un calciatore che in questa stagione di Serie A che, nonostante contesto e età, ha cominciato in maniera sorprendente la stagione: si tratta di Andrea Cistana.

Nato a Brescia, il 1° aprile 1997, Cistana ha cominciato a giocare a calcio da bambino nel settore giovanile delle Rondinelle. Dopo aver fatto tutta la trafila fino alla primavera, anticipando anche qualche tappa del percorso, viene aggregato e convocato in occasione di qualche partita del Brescia in Serie B già nelle stagioni 2014/15 e 15/16, senza però mai esordire. Il Brescia decide così di mandare il calciatore a farsi le ossa nella stagione 16/17, in Serie D, al Ciliverghe, formazione dilettantistica di Mazzano proprio nella provincia bresciana.

Nei dilettanti diventa titolare, mettendo assieme alla fine della stagione 28 presenze e segnando anche una rete. Nella stagione successiva, dopo 6 mesi a Brescia dove non esordisce mai, passa ancora in prestito, questa volta in Serie C, al Prato. Anche in Toscana diventa titolare e chiude la stagione con 10 presenze nella seconda metà del campionato, giocando ben 10 volte di cui 9 da titolare, alternandosi nei suoi due ruoli: difensore centrale e terzino destro.

Nella passata stagione, rientrato a Brescia, Le Rondinelle decidono di puntare su di lui. Inizia la stagione da titolare e la chiude da protagonista, trascinando assieme ai suoi compagni il Brescia in B. La sua crescita è costante. In questa stagione, esordisce subito, alla prima giornata, contro il Cagliari. Le sue prestazioni si fanno subito interessanti, tanto da attirare oltre che gli occhi di tantissimi club, anche quelli del CT Roberto Mancini. In questo inizio di stagione
Nonostante non sia mai stato convocato nelle rappresentative giovanili azzurre, per le ultime partite del girone di qualificazione a Euro2020, Roberto Mancini lo convoca in Nazionale, impressionato dalle sue prestazioni in campionato.

Chi è Andrea Cistana in campo?

187cm x 78kg, Cistana è quello che tradizionalmente si definisce difensore roccioso. Dotato di un fisico longilineo e uniformemente sviluppato muscolarmente è fortissimo dal punto di vista fisico. Infatti, dai duelli fisici, anche piuttosto pesanti, esce spesso vincitore.
La sua fisicità è evidenziata anche da una grande abilità nel gioco aereo. Queste abilità superiore nel gioco aereo lo rendono un grande difensore da aerea di rigore, bravo a respingere i cross provenienti dalle fasce.

È inoltre in possesso di un ottimo senso della posizione, che lo aiuta nei posizionamenti a seconda di avversario e pallone. Una capacità che gli permette talvolta di ignorare un po’ la marcatura e giocare in funzione del movimento del pallone. Quest’ultima abilità gli permette di essere abbastanza efficace negli uno contro uno grazie anche ad un buon controllo del corpo e del predisporsi quasi sempre nella maniera più comoda possibile per contrastare il diretto avversario

Destro naturale, nonostante abbia nel fisico una notevole qualità, Cistana è anche ben dotato tecnicamente. Le sue statistiche in questa stagione, nonostante le carenze tecniche di alcuni suoi compagni, riportano oltre l’80% di passaggi riusciti a partita. Grazie a queste qualità tecniche, quasi da regista difensivo, è stato spesso schierato in passato anche terzino destro.
La sua precisione tecnica negli appoggi fa di lui un elemento centrale nel gioco del Brescia per la costruzione della manovra.

Non solo pregi, ma anche qualche aspetto da migliorare. Cistana infatti non è particolarmente rapido fisicamente, questo lo limita un po’ negli anticipi e nelle situazioni in cui si ritrova a giocare con tanto campo libero alle sue spalle. Questo comporta anche un eccesso di irruenza, che lo porta a commettere molti falli, anche da ammonizione (7 nella stagione in corso, fino allo stop).
È inoltre ancora molto ingenuo e non usa in maniera adeguata la sua fisicità. Il fisico gli permetterebbe di saltare efficacemente nell’area avversaria per andare in gol. In questa stagione ha mostrato questa abilità in diverse situazioni, andando tuttavia in rete una sola volta, proprio contro il Bologna, vincendo un contrasto fisico contro Soriano, avversario fisicamente piuttosto ostico.

Cistana al momento è accreditato di una valutazione sul mercato di poco superiore ai 10 milioni, ma se il Bologna dovesse decidere di puntare su lui, si andrebbe oltre il discorso economico. Intanto lui si cura da un infortunio al ginocchio, che durante questa sosta forzata lo ha costretto ad un intervento chirurgico.

Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.