Claudio Fenucci Claudio Fenucci Valentino Orsini - 1000cuorirossoblu.it

Corriere di Bologna - Bologna, Fenucci lavora su più fronti mentre i giocatori si preparano al rientro

Scritto da  Apr 17, 2020

I colloqui per il taglio degli stipendi sono partiti. Il primo confronto tra Claudio Fenucci e il capitano Andrea Poli, volto a delineare le linee guida generali, ha avuto esito positivo. Altri colloqui più specifici si terranno nei prossimi giorni per intavolare le singole trattative. La società ha cercato di sensibilizzare i giocatori in merito alle perdite, già quantificate in diversi milioni, che il club dovrà subire a causa dei mancati introiti, parte di abbonamenti e sponsorizzazioni da restituire, per non parlare dei diritti tv. I giocatori dal canto loro si sono dimostrati comprensivi e disponibili, consci della delicatezza e dell'anomalia della situazione, scevra da qualsiasi controllo da parte del club. Qualora il Bologna riuscisse ad allinearsi con le linee-guida della Lega Calcio, il risparmio ammonterebbe a circa 10 milioni, con due mensilità trattenute in caso di campionato portato a termine. 

L'Ad del Bologna è però impegnato su due fronti. Resta infatti aperta la questione stadio con l'imminente firma dell'arrangement del finanziamento presso il Credito Sportivo per l'opera di ristrutturazione del Dall'Ara. Una volta archiviata questa delicata manovra finanziaria, il Bologna potrà poi concentrarsi sulle questioni di campo: nonostante non vi sia ancora una data certa per la ripresa del campionato, la sospensione dello stesso sembra allontanarsi, con i giocatori che verranno debitamente istruiti sulle norme igenico-sanitarie da seguire alla lettera una volta ripresi gli allenamenti, qualora il Governo approvi il progetto della F.I.G.C. Oggi ci sarà un altro confronto dei club in Lega, mentre la U.E.F.A. ha fissato per giovedì 23 aprile una videoconferenza del Comitato Esecutivo per tracciare il percorso e le eventuali scadenze per i vari campionati europei. L'obiettivo è chiaro: portare a termine la stagione 2019-2020, se necessario anche in autunno, prima di dare il via al campionato 2020-2021. 

Domani dovrebbero rientrare in Italia i giocatori e i membri dello staff che si erano recati all'estero, per poi sottoporsi ai quattordici giorni di isolamento fiduciario. Nel mentre si studia un piano per lo svolgimento in sicurezza degli allenamenti al centro tecnico Nicolò Galli che nei giorni scorsi è stato sanificato, operazione che verrà ripetuta finché l'emergenza non sarà rientrata. Con la sospensione dei campionati delle Giovanili (ad eccezione della Primavera) e del calcio femminile, gli spogliatoi a disposizione sono 7-8: la squadra potrà essere divisa in piccoli gruppetti, evitando assembramenti e garantendo così spazi più larghi all'interno della struttura. Rimane in auge l'ipotesi ritiro presso l'Hotel Calzavecchio di Casalecchio. 

Ultima modifica il Venerdì, 17 Aprile 2020 10:08
Gianluca Gennai

Studente di Giurisprudenza all’università di Bologna, appassionato del Bologna sin dalla più tenera età. Tifo ergo scrivo.