Il Resto del Carlino - Ulteriori ritardi segnano l'andamento degli allenamenti immagini.quotidiano.net

Il Resto del Carlino - Ulteriori ritardi segnano l'andamento degli allenamenti

Scritto da  Mag 21, 2020

Chissà quando si potrà tornare a fare un allenamento vero, con partitelle, gol e contrasti. Questo è quello che si chiede M. Vitali all’inizio del suo articolo ne “il Resto del carlino”, anche se, in realtà, è quello che ci chiediamo tutti. 

Dopo che il Ministro dello Sport Spadafora ha dato ufficialmente il via libera per gli allenamenti di squadra, ieri c’è stata una frenetica corsa nel correggere i protocolli che, in mattinata, il comitato medico-scientifico del governo aveva dato e che a Casteldebole hanno costretto anche il Bologna  a frenare un po’ gli entusiasmi. 

Prima di tornare al vecchio calcio e ai vecchi allenamenti, ai club è stato richiesto di fare un’altro giro di tamponi a tutti i componenti del gruppo squadra. Altro gettone, altro giro: chi, come il Bologna, aveva completato le pratiche lunedì e con tutti gli esiti dei giocatori negativi, adesso dovrà affrontare un nuovo giro di giostra, fissata nella giornata di domani. A conseguenza di questa ulteriore misura cautelare il riduttivo allenamento, che non ha fatto registrare miglioramenti rispetto alla seduta del giorno prima. Mihajlovic, che come al solito si è allenato individualmente in mattinata, ha fatto lavorare il team ancora distanziati, facendo fare passaggi e completare schemi a campo libero. 

La frenata può essere estesa anche ad alcuni protagonisti del gruppo, come Palacio, che ha dovuto seguire l’allenamento dalla panchina in attesa di terminare alcune visite mediche (il club assicura che da oggi potrebbe tornare in campo), Soriano e Sansone, quest’ultimo impegnato con una corsetta leggera. Orsolini e Schouten, invece, lamentano un lieve affaticamento e ieri hanno lavorato in palestra. Dijks ancora non si è fatto vedere e Danilo, così come Baldursson, stanno completando la quarantena. Tutto ciò non è un allarme, dato i due mesi e passa di fermo, ma sicuramente è un ulteriore ritardo.

 

Ultima modifica il Giovedì, 21 Maggio 2020 10:10
Matteo Linarello

Studio Scienze della Comunicazione, gioco a baseball da quando ero “cinno” e possiedo una fede multi-sportiva legata alla mia città: Bologna.
Mi piace lo sport in tutte le sue angolazioni: vederlo, praticarlo e raccontarlo.