La Bottega dei Talenti - Luis Henrique

Scritto da  Mag 22, 2020

Il progetto giovani del Bologna è uno dei più attivi d’Italia. A conferma di tale informazione arriva il dato di CIES secondo cui il Bologna sarebbe la terza squadra italiana, per minutaggio di under 21.

Con l’arrivo di Barrow, l’attacco rossoblu ha aggiunto un altro ragazzo. Guardando solo l’attacco, e considerando solo i giovani, potremmo vedere nel 4-2-3-1 di Sinisa Mihajlovic ragazzi come Orsolini, Skov Olsen, Svanberg e Barrow. Al completamento dei 4 d’attacco, mancherebbe quindi solamente un’ala destrorsa, per occupare la fascia sinistra, ruolo occupato per ora dal 28enne Nicola Sansone.

Luis Henrique, rappresenta il profilo giusto per occupare il ruolo di vice-Sansone, riuscendo così ad apprendere dal ragazzo italo-tedesco.

Luis Henrique, classe 2001, di proprietà del Botafogo, club di Rio de Janeiro, rappresenta un profilo estremamente interessante, già finito sui radar di moltissime squadre europee, tra cui la Juventus, già vicina alla punta del Santos Kaio Jorge, anche tramite l’agente del ragazzo, Jorge Mendes.

Luis Henrique Tomaz de Lima nasce a João Pessoa nello stato del Paraíba, nella zona nord-orientale del Brasile. E’ un’ala sinistra estremamente tecnica e rapida, abile nelle ripartenze grazie alla sua velocità, ed abilissimo nei dribbling,  sia grazie alla sua capacità di mantenere costantemente il pallone attaccato al piede, sia grazie ad un’inventiva tipica solo ai brasiliani.

Una volta ottenuto il pallone, predilige accentrarsi, facendoci quindi concludere che il ruolo più adatto a lui sia l’ala sinistra, nonostante sia in grado di giocare anche come trequartista o ala destra.

Non solo rapidità però grazie al suo metro e 81 di altezza, dimostra anche un ottima forza fisica con la quale riesce a resistere agli interventi dei difensori per continuare nella sua azione di attacco, dimostrando a soli 18 anni una eccellente preparazione atletica completata da una ottima dedizione al lavoro. Buon fiuto del gol, e ottima visione, non si limita a segnare ma riesce anche a fornire molti assist. La sua facilità di dribbling e di corsa, infatti, causano spesso un raddoppio difensivo da parte degli avversari, andando così a creare degli spazi che possono essere sfruttati dai compagni.

Data la giovane età sono solo 2 le partite disputate nella prima squadra della Stella Solitaria. La prima da subentrante, e la seconda da titolare nell’ultima partita della stagione fornendo un assist nell’1-1 finale. Nel 2020 non ha avuto modo di scendere in campo nel campionato nazionale, dato che l’inizio della Serie A brasiliano, che avviene solitamente a fine Aprile,  è stato posposto a data da destinarsi. Tuttavia, prima  dell’interruzione avvenuta il 16 Marzo, Luis ha preso parte a diverse partite sia nel campionato statale Carioca, che in coppa di Brasile (competizione dove il Botafogo ha raggiunto i sedicesimi) siglando una rete e fornendo tre assist ai compagni, ottenendo con il passare delle giornate un ruolo sempre più importante nella sua squadra.

Arriverà dal Brasile il prossimo talento del Bologna?

 

Nicolò Leva

Studente di Economia con la passione per il calcio, per i numeri e per la combinazione dei due