Il Corriere di Bologna - Ieri a Casteldebole primo allenamento collettivo e prima partitella 1000 cuori rossoblu - Pietro Pieralisi

Il Corriere di Bologna - Ieri a Casteldebole primo allenamento collettivo e prima partitella

Scritto da  Mag 26, 2020

Dopo 77 giorni dallo stop delle attività sportive, avvenuto il 9 marzo, il Bologna ha ripreso gli allenamenti di squadra con le modalità pre-pandemia.
Un assaggio di normalità, quindi, dopo tre mesi di stop.
Sono arrivati i primi contrasti, i primi gol in partitella e le prima scivolate.

Nel weekend è stato effettuato il terzo giro di tamponi. Confermata la negatività di tutti i giocatori e di tutto lo staff.
I rossoblu hanno quindi avuto il permesso per la ripresa degli allenamenti collettivi.
La seduta di allenamento di ieri a Casteldebole è stata a tutti gli effetti assolutamente normale.
Il gruppo si è ritrovato al gran completo. Anche Danilo e Baldursson si sono aggregati al gruppo, dopo aver finito il periodo di quarantena necessario per essere rientrati in Italia dall'estero.
Medel ha svolto terapie all'Isokinetic, e tra oggi e domani dovrebbe tornare insieme agli altri giocatori.

L'unica cosa 'poco normale' è stata l'orario dell'allenamento, iniziato alle 17:15, a causa del caldo estivo che da un po' di giorni a questa parte sta aleggiando su Bologna.
I rossoblu hanno infatti svolto l'allenamento con l'abbigliamento che usano di solito nei ritiri estivi: braghini e canotta, con le facce dei giocatori provate dall'alta temperatura.
Al caldo ci si dovrà presto abituare: la Serie A dovrebbe essere completata tra giugno e inizio agosto.

La seduta è iniziata con una parte atletica: corsette e conduzione della palla; poi esercizi di squadra.
Si è svolta la prima partitella: mezz'ora 9 contro 9, a campo ridotto. Si sono visti tackle duri e scivolate.

A dirigere l'allenamento c'era Sinisa Mihajlovic. 
L'allenatore del Bologna ci ha tenuto anche a fare un discorso ai suoi giocatori.
La partitella di ieri è finita in un pareggio: 1-1 con rete prima di capitan Poli e il pari firmato da Juwara, dopo uno scambio con Dijks, nei secondi finali.
Non hanno svolto la partitella Soriano, Sansone, Palacio e Orsolini, in attesa di trovare la forma fisica migliore. Ma, intanto, si è avuto un assaggio di normalità, dopo mesi di stop.

Per oggi, intanto, è fissata una riunione della Lega Serie A, in vista del fondamentale e decisivo incontro di giovedì tra il Ministro dello Sport Spadafora, il presidente della Figc Gravina e il presidente della Lega Serie A Dal Pino. In quell'incontro si dovrà decidere quando e come far ripartire il campionato.
L'ultima proposta arrivata è quella di far disputare i quattro recuperi della 25esima giornata - Atalanta-Sassuolo, Inter-Sampdoria, Torino-Parma e Verona-Cagliari - il 13 giugno; per poi ripartire tutti il 20 giugno con la 27esima giornata, che tra le altre ha in programma Bologna- Juventus.
Sempre nelle prossime ore è atteso il parere del comitato tecnico-scientifico del governo sul protocollo redatto dalla Figc per disputare le partite. Esso costituisce la base su cui lavorare per terminare il campionato di Serie A.

(Fonte: Il Corriere di Bologna, Alessandro Mossini)

Deborah Carboni

Aspirante giornalista sportiva con il Bologna nel cuore. Studentessa di Scienze della Comunicazione.