Claudio Fenucci Claudio Fenucci Valentino Orsini - 1000 Cuori Rossoblu

Corriere di Bologna - Fincantieri rifarà il Dall'Ara. Fenucci: «Soddisfatti di questa partnership»

Scritto da  Giu 05, 2020

La notizia è di ieri: Fincantieri Infrastructure si occuperà della realizzazione del nuovo Dall'Ara. I prossimi passi consisteranno nella presentazione del progetto definitivo in Consiglio Comunale, forse la prossima settimana, per poi ricevere entro 90 giorni la dichiarazione di interesse pubblico, contemporaneamente allo svolgimento della Conferenza dei servizi. Ottenuto il nulla osta, il Bologna avrà 120 giorni di tempo per presentare il progetto esecutivo e in seguito indire la gara pubblica nella quale Fincantieri godrà comunque di un diritto di prelazione. Di tempi certi è ancora presto per parlarne, anche se molto dipenderà dalla costruzione dello stadio temporaneo: se verrà realizzato in tempo per la stagione 21/22 allora i tempi saranno quelli previsti inizialmente, altrimenti il tutto slitterà di un anno, cominciando i lavori a maggio 2022 con il Bologna che potrà giocarci nella serie A 23/24. 

Claudio Fenucci si è detto soddisfatto della partnership con Fincantieri, reduce dalla grande operazione di Genova: «Quella con Fincantieri Infrastructure è una partnership importante con un'azienda solida e di comprovata tradizione nel comparto delle grandi opere. Mi piace sottolineare anche che l'operazione che si sta delineando potrà rappresentare un modello innovativo di collaborazione tra pubblico e privato, non solo per la presenza del Comune di Bologna, ma anche per l'azionista di riferimento di Fincantieri cioè la Cassa Depositi e Prestiti.»

La nota ufficiale del club rossoblu ci tiene a sottolineare come «questa collaborazione rappresenti un'importante iniziativa per consegnare al club e alla città un'infrastruttura moderna e funzionale alle attuali esigenze del pubblico e dei partner commerciali, e con una serie di ricadute positive sull'economia del territorio bolognese.» 

Fincantieri Infrastructure si presenta insieme al Bologna Fc come soggetto proponente ed entrerà con una quota nella società Bologna Stadio curando tutti i passaggi per la realizzazione dei lavori di ammodernamento, dall'aspetto strutturale a quello edilizio e dell'impiantistica, lasciando il Bologna libero di affidarsi ad aziende specializzate per il resto dei lavori. 

Queste le cifre: 70 milioni verranno versati da Joey Saputo (di cui 50 grazie al finanziamento del Credito Sportivo) e 30 dal Comune, previo voto del Consiglio Comunale. La durata della concessione si aggirerà intorno ai 40 anni. 

Fonte: Fernando Pellerano - Corriere di Bologna 

Gianluca Gennai

Studente di Giurisprudenza all’università di Bologna, appassionato del Bologna sin dalla più tenera età. Tifo ergo scrivo.