Claudio Fenucci, AD del Bologna FC Claudio Fenucci, AD del Bologna FC fonte immagine: Valentino Orsini/1000cuorirossoblu.it

Corriere di Bologna - Bologna FC, Fenucci: "Vorremmo lavorare con Sinisa più tempo possibile"

Scritto da  Giu 09, 2020

C’è un’idea che viaggia nelle menti della dirigenza del Bologna e stuzzica la fantasia dei tifosi: “Sinisa Mihajlovic alla Ferguson?”. Così è stato domandato a Claudio Fenucci, AD del Bologna, a Radio Anch’io Sport su Radio Rai nella mattinata di ieri.

Come riporta Alessandro Mossini sul Corriere di Bologna, l’Amministratore Delegato non si è tirato indietro rispondendo alla domanda e aprendo a scenari che potrebbero anche dopo il 2022, attuale scadenza del contratto del tecnico serbo. L’idea potrebbe essere quella di portare Miha ad allenare il Bologna nel nuovo Dall’Ara, dopo il restyling. Tutto da decifrare, con il tecnico che al momento vorrebbe rimanere a Bologna e la dirigenza rossoblù che vorrebbe tenerselo stretto: Sarebbe il desiderio di tutti noi, come proprietà e come dirigenza siamo portati a pensare che vorremmo lavorare con lui più tempo possibile. Dipenderà anche da lui, ma ha espresso la volontà di restare con noi e magari è possibile che il suo contratto attuale si prolunghi”.

C’è entusiasmo a Casteldebole per questa ripresa, sia nella dirigenza che nel tecnico stesso. Fenucci ha sottolineato questo aspetto “Stiamo lavorando per ripartire di corsa. Sarà simile a un Mondiale, con partite ogni 3 giorni, e dovremo farci trovare pronti: l’obbiettivo è quello di fare sempre meglio e con Mihajlovic il progetto è portare il Bologna a lottare ogni anno per l’Europa. Siamo lì, bisogna ripartire forte e fare del nostro meglio per provare a prendere le squadre davanti”.

Uno dei temi molto caldi che sono stati trattati durante la trasmissione radiofonica è proprio quello del Dall’Ara. Il progetto del restyling è a buon punto. Fenucci ha così riassunto la situazione: “Senza essere enfatici, il nostro può essere un modello di riqualificazione di uno stadio esistente, senza aumentare le cubature. Abbiamo siglato l’accordo con il Credito Sportivo e con Fincantieri, che ha come azionista di riferimento la Cassa Depositi e Prestiti, e siamo molto avanti: c’è l’accordo con la Sovrintendenza e abbiamo già fatto la progettazione definitiva. Quanto al futuro prossimo, a breve con le giuste cautele credo si possano riportare i tifosi allo stadio: sarebbe un grandissimo risultato, in Bundesliga stiamo vedendo che il calcio con gli spalti vuoti è triste e senza poesia”.
Insomma progetti e idee chiare per il futuro. Il Bologna vuole proseguire con Mihajlovic e rimettere a nuovo il Dall’Ara, ma prima c’è il finale della Serie A 19/20.

Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.