Youssoufa Moukoko Youssoufa Moukoko fonte immagine: imago image/MaBoSports

La Bottega dei Talenti - Youssoufa Moukoko

Scritto da  Giu 10, 2020

Tra le squadre in grado di scovare i talenti migliori in giro per il mondo, il Borussia Dortmund è di sicuro una delle società più abili nello scouting.
I gialloneri nello scorso inverno hanno investito 30 milioni di euro per portarsi a casa il fenomenale centravanti norvegese Erling Haaland. Nonostante la ancora giovane età del biondo centravanti ex Salisburgo e l’arrivo recente, il Dortmund guarda comunque avanti. Tra solo un anno il Haaland potrebbe lasciare la Ruhr, grazie alla clausola rescissoria di 75 milioni imposta dal suo agente Mino Raiola e vista anche la pletora di contendenti che vorrebbero il centravanti alle proprie dipendenze.

Al Signal Iduna Park non vogliono farsi trovare impreparati e nelle giovanili coltivano già il centravanti del futuro. Questa volta si tratta di un calciatore tedesco, il suo nome è Youssoufa Moukoko ed è un profilo che tra gli addetti ai lavori è già molto noto, e le cui statistiche nelle giovanili fanno impazzire.

Youssoufa Moukoko è nato il 20 novembre 2004, a Youndé in Camerun. Ha vissuto la sua infanzia nel paese africano, fino ai 10 anni, quando suo padre che aveva già vissuto in Germania fino agli anni ’90 non decide di tornare in Europa nel 2014. La famiglia di Moukoko torna ad Amburgo, dove il padre aveva già vissuto precedentemente. Qui Youssoufa inizia a giocare nelle giovanili della seconda squadra della città della Bassa Sassonia, il St. Pauli.

Nell’under 13 del St. Pauli si distingue subito, segnando 23 reti in 13 partite totali. Nel 2016 si trasferisce al Borussia Dortmund, a 14 anni i gialloneri lo inseriscono subito nella formazione under17. Nella stagione 2017/18 gioca per la formazione under 17 e segna 37 volte in 25 partite di campionato, collezionando anche 6 assist. Le cifre della stagione 2018/19 le cifre sono più assurde, Moukoko in campionato gioca 25 partite, in cui segna 46 reti e fornisce 8 assist.
L’evoluzione dell’attaccante, nel frattempo naturalizzato tedesco, lo porta, all’inizio della stagione 19/20, a giocare con l’under19 dei gialloneri, protagonista anche in Youth League. Pur salendo di categoria e a soli 15 anni, Moukoko continua ad impressionare per continuità di rendimento e capacità realizzative. In 20 partite di campionato, fino allo stop per il coronavirus, Moukoko mette a segno 34 reti e regala anche 9 assist in campionato. In Youth League 4 reti, condite da un assist, in 7 partite.

Con la Nazionale tedesca esordisce con la Nazionale della Germania, appena acquisito il passaporto tedesco. L’11 settembre 2017 esordisce con la rappresentativa under16 teutonica all’età di 12 anni, 9 mesi e 22 giorni! Con la selezione giovanile under 16 gioca 4 partite e segna, ovviamente, 3 reti. Al momento è stato anche convocato per l’under19 non arrivando mai ad esordire.

179 cm x 64 kg, Moukoko ha un fisico asciutto e una struttura muscolare equilibrata tra arti superiori e arti inferiori. L’equilibrio della sua struttura fisica si traduce in incredibili capacità velocistiche, grande rapidità sul breve, coordinazione e agilità negli spazi stretti. Un mix che lo rende praticamente imprendibile per gli avversari, nonostante abbia sempre giocato con avversari più grandi di lui.

Moukoko è un destro naturale, tuttavia sa usare anche il piede mancino, sia per calciare che nella conduzione del pallone. Dotato di ottima tecnica individuale, unita alle doti coordinative e di agilità, è in grado di seminare gli avversari sia nell’uno contro, che nel primo controllo.
In particolare Moukoko diventa immarcabile dalla trequarti offensiva in avanti, avendo una straordinaria percezione della sua posizione rispetto alla porta.

Come già detto Moukoko è dotato di una straordinaria coordinazione, questo si tramuta anche in abilità balistiche fuori dal comune. Moukoko è in grado di segnare in ogni modo, principalmente però le sue reti si caratterizzano per la potenza e le traiettorie che imprime al pallone quando calcia, o meglio scaglia, il pallone verso la rete avversaria. Guardandolo giocare impressiona la forza e la coordinazione con la quale scaglia tiri, potenti e precisi, che si caratterizzano per una traiettoria tesa, a mezz’aria, quasi sempre imprendibile per il portiere.

Non solo coordinazione, potenza e velocità, Moukoko è in grado talvolta di saltare gli avversari in area di rigore, in spazi stretti, quasi come se fossero birilli e concludere in rete con soluzioni eleganti come tocchi con la punta del piede, pallonetti e tiri piazzati con l’interno del piede.

Difficile capire al momento quale potrebbe essere il suo impatto col professionismo. Ciò che al momento impressiona è la sua capacità di essere superiore in tutto, anche fisicamente a qualsiasi avversario teoricamente più aventi di lui nello sviluppo fisico. Di certo potrebbe risentire di un contraccolpo nel passaggio al calcio professionistico, ma le capacità sono indiscutibilmente quelle di un potenziale fenomeno del reparto offensivo.

Non esiste ancora una valutazione economica di un calciatore che ha già segnato nel settore giovanile di una delle migliori squadre d’Europa oltre 100 reti. Se le premesse dovessero somigliare alla sua futura storia calcistica, ci sarà davvero da rimanere a bocca aperta.

Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.