Musa Barrow Musa Barrow 1000cuori rossoblù

Il Resto del Carlino - Il Bologna dei giovani talenti: Barrow e Orsolini per l'Europa

Scritto da  Lug 01, 2020

Per ora sembra esprimersi meglio da esterno che da punta. In gol da titolare ma capace di incidere anche entrando dalla panchina. Quattro gol che alla fine della partita hanno sempre portato i tre punti al club rossoblù. Sinisa sa che può e quindi vuole di più: “Più cattiveria, più coraggio, i giovani devono averne di più nel rischiare la giocata”. Dopo la rete e l’assist contro la Samp, Barrow vuole trovare continuità.

Stasera, salvo sorprese, scenderà in campo dal primo minuto contro il Cagliari di Zenga. Le assenze di Santander e Skov Olsen costringono il Bologna a rotazioni ridotte e forzate, allungabili solo grazie ai giovani Cangiato e Juwara: ma a partita in corso. Sansone dovrebbe riposare dopo essere partito titolare contro Juve e Samp. Barrow vorrebbe diventare un abituè tra i titolari di Sinisa che da lui si aspetta grandi cose: “Per ora Musa si trova a suo agio quando può puntare la porta. Spalle alla porta, invece, fa più fatica: bisogna lavorarci.”, raconta Sinisa. 

Adesso più che mai Sinisa e il Bologna hanno bisogno dei gol dei loro talenti, come Barrow o Orsolini, un altro da cui il tecnico serbo vuole di più, sia dal punto di vista tecnico, sia da quello del dispendio. Orsolini deve trovare la continuità che gli può consentire di fare il salto di qualità da tutti tanto atteso. 

I ritmi altissimi e il caldo torrido di questi giorni hanno purtroppo presentato il conto a Andrea Poli. Il capitano rossoblù a Genova non ha riportato un semplice acciacco: per lui si parla di stiramento del semimebranoso sinistro, tempi di recupero stimati in circa dieci giorni. Niente di grave, ma di questi tempi in dieci giorni si giocano tre/quattro partite: Poli salterà Cagliari, Inter e Sassuolo, e forse Parma. Richiesto quindi uno sforzo in più a Medel, over 30 che stasera dovrebbe essere ancora titolare, la terza partita consecutiva. Lo stop del capitano porta anche alle conseguenti occasioni di mettersi in mostra per i talentuosi Dominguez e Schouten, che potrebbero approfittare. 

Fonte: Il Resto del Carlino, articolo di Marcello Giordano

Giacomo Placucci

Descrittivo: Studente di Scienze della Comunicazione, presso la facoltà di Lettere e Beni Culturali di Bologna, grande appassionato di calcio e di tutto il mondo che gli gira attorno. Sogno di diventare un giornalista sportivo.