Mattia Bani abbraccia Orsolini Mattia Bani abbraccia Orsolini 1000curoirossoblu.it

Il Resto del Carlino - Occasione sfumata col Cagliari. Bani: "E' dura, ma noi ci siamo"

Scritto da  Lug 02, 2020

Quella di ieri era l'occasione giusta per vincere e classificarsi vicino al settimo posto, posizione utile per l'Europa League. Invece, la partita finisce con un pareggio, che dice poco ad entrambe le squadre e che vede sfumare questa occasione. Il rammarico maggiore è per i rossoblu, padroni di casa, che hanno creato tante occasioni ma senza successo. L'unico a riuscirci è stato Musa Barrow, ma anche lui dopo tante opportunità fallite. 

Come fa notare e scrive M. Giordane ne "il Resto del Carlino", al Bologna servono almeno due gol a partita per vincere. L'unica regola che non ammette eccezioni è questa, poiché il portiere del club felsineo viene battuto almeno una volta a partita, lasciandosi una scia di 24 gare, e il Cagliari conferma questa maledizione. Purtroppo, il raddoppio con il Cagliari non arriva: errori di mira e mancanza di cattiveria sotto porta, con Barrow, Palacio, Soriano e Orsolini sempre vicini al 2-1, ma senza riuscirci. Con questo pareggio il Bologna FC rimane dietro al Cagliari sempre di un punto, ma dalla ripartenza questa è stata la partita esteticamente più bella. 

Nel post partita, Mattia Bani esprime l'amarezza del mancato +3 e spiega come lui, e altri, quel goal fosse fuorigioco: "...abbiamo protestato per la posizione di Jao Pedro che, sul cross di Nainggolan, ha saltato". Questo gesto avrebbe ingannato Skorupski, che ha non potuto tuffarsi basso in uscita sul cross. Poi, medita la sua vendetta: "La prossima volta sarò io a segnare". Il suo sarebbe il quinto goal sia in rossoblu, sia in Serie A

Bani è l'attaccante aggiunto con qualche problema di freddezza sottoporta e secondo lui è stato proprio questo il problema della mancata vittoria: "Questa sera siamo rammaricati, perché abbiamo spinto tanto [...] Abbiamo tirato 17 volte, 7 all'interno dell'aria: quando hai questi numeri il secondo goal lo devi fare e devi vincere".

Palacio, Orsolini, Soriano e Barrow si sono trovati davanti a Cragno, portiere del Cagliari, in diverse occasioni, ma senza sbloccare la situazione. Nonostante ciò, la partita dice che il Bologna è in crescita e sta bene. "Ci stiamo allenando bene, gestiamo bene le energie - continua Mattia -  in un periodo particolare. Giocando ogni tre giorni c'è una parte della squadra che si allena e l'altra metà che si allena giocando. Ma siamo lì". Il Milan continua a vedersi e, con ancora 27 punti a disposizione, l'obiettivo non cambia. A dirlo è anche il difensore intervistato, che dice di spingere, credendo nell'Europa e senza fare calcoli e guardare la classifica. 

Ora pronti per San Siro, contro un Inter in coda alla Lazio e alla Juventus per la corsa allo scudetto. Ma l'obiettivo rimane e come dice Bani: "pensiamo di affrontare una partita per volta con la convinzione di poterla vincere".

Ultima modifica il Giovedì, 02 Luglio 2020 08:58
Matteo Linarello

Studio Scienze della Comunicazione, gioco a baseball da quando ero “cinno” e possiedo una fede multi-sportiva legata alla mia città: Bologna.
Mi piace lo sport in tutte le sue angolazioni: vederlo, praticarlo e raccontarlo.