OroscoBO: Lo zodiaco rossoblù - settimana dal 13 al 19 luglio

Scritto da  Lug 13, 2020

Calcio e stelle: un abbinamento tanto improbabile quanto curioso. Quanto può azzeccarci Palacio con il Sagittario, o Denswil con Mercurio in transito nei Gemelli?

OroscoBO è qui per farvelo scoprire: ecco dunque l’oroscopo della settimana in chiave calcistica e bolognese, per strappare un sorriso e perché no, anche per accompagnarvi nella marcia di avvicinamento alla prossima partita.

Sarete energici e scattanti come Barrow, scontrosi come Medel o affascinanti come Dijks? Cercate la vostra costellazione e scoprite la risposta.

Ogni settimana andremo inoltre ad analizzare il segno zodiacale della squadra avversaria del Bologna, in base alla sua data di nascita. Per cui state attenti, se il vostro coincide con quello del prossimo antagonista dei rossoblù potremmo essere un po’ di parte.

 

Ariete. C’è tensione nell’aria, qualche incomprensione sentimentale minerà il tuo buonumore in settimana. Smettila di intestardirti in azioni solitarie e passa la palla al tuo compagno, vedrai che saprà farne buon uso. I single sono più solitari di Santander quando la squadra è arroccata in difesa, ma non devono arrendersi: saltate il primo marcatore e date il via alla ripartenza.

Toro. Sei arenato in uno sterile possesso palla, caro Toro, devi dare un po’ di brio al tuo gioco. Ubriaca Demme con un paio di finte e un bicchiere di rosso, poi lancia Orsolini sulla fascia. Vedrai che tutti i nodi vengono al pettine nei prossimi giorni, per cui non lasciarti prendere dalla malinconia in panchina e fatti trovare pronto quando sarai chiamato in causa dall’allenatore.

Gemelli. La full-immersion nel lavoro ti sta facendo trascurare l’amore per la tua squadra: a capitan Palacio non piace questo elemento. Chiudi gli affari da bravo centrale difensivo e rimedia subito alle questioni amorose, che potrebbero migliorare tra mercoledì e venerdì. Non farti prendere dall’ansia in difesa: okay, Mertens non è proprio un cliente comodissimo, però so che puoi farcela.

Cancro. Una settimana da incorniciare, amico del Cancro. Da mercoledì il tuo fascino diventerà irresistibile: un motivo in più per cercare di far colpo su Manolas, aprendo così qualche breccia nella retroguardia partenopea. Sul lavoro cautela, ma non essere troppo rinunciatario: inutile chiudersi in difesa, per cui lanciati in sortite offensive sfruttando la gamba di Barrow.

Vergine. Questa maledetta Venere in opposizione non aiuta il tuo charme, cara Vergine. Cerca di evitare gli scontri frontali nel lavoro: Zielinski non ti farà sconti, quindi smista palloni sulla fascia per Dijks. In amore settimana di incomprensioni e nuove consapevolezze: non sottovalutare la tua amicizia con Fabian Ruiz, potresti ricavarne un ottimo tunnel per servire i tuoi attaccanti.

Bilancia. Ti sento scarico, sottotono, fuori forma. Che succede, Bilancia? Ammettilo, non ti stai impegnando al massimo nelle marcature: chiedi qualche ripetizione al mastino Medel e francobollati agli avversari. Non possono essere sempre gli altri a fare il primo passo, per cui ogni tanto prendi la palla e fai di testa tua. Se devi tirare fai pure, ma evita di farlo domenica: non vogliamo recuperare il pallone al Meloncello.

Scorpione. Stai perdendo la partita del cuore, Scorpioncello. Ma il match finisce quando arbitro fischia, quindi c’è ancora tempo per recuperare lo svantaggio: lascia perdere il caratteraccio di Mario Rui e pungi inesorabile dalla parte di Di Lorenzo. Verso il weekend i pianeti si allineano: Giove, Saturno e Mercurio ti sono favorevoli, un evento raro quanto un gol di Mbaye. Che fai, lo sprechi?

Sagittario. Fiamme agitate quelle del Sagittario, impegnato a risolvere qualche polemica di troppo con l’allenatore. Sì hai ragione, anche Sinisa ha un bel caratterino, ma devi fare tesoro dei suoi consigli e scaricare tutta la tua foga agonistica sul campo. I single combattono tra la voglia di amore vero e bisogno di libertà, ma non si può avere l’uovo oggi e la gallina domani, per cui scegliete: la freschezza di Cangiano o la fedeltà di Da Costa?

Capricorno. Le difficoltà dell’ultimo periodo hanno forgiato il tuo carattere, ben fatto amico mio. Ora però arriva la sfida più difficile: il falò di confronto con l’orgoglioso Insigne. Non sarà facile averla vinta, soprattutto perché a metà settimana potrebbero esserci nuovi progetti e programmi lavorativi. Occhio alle finanze: le lezioni di verticalizzazione di Dominguez sono importanti, ma vedi di non esagerare.

Acquario. Sembri una caffettiera sul fuoco, non fai altro che brontolare per ogni cosa. Dai tempo al tempo e lasciati guidare dai sapienti piedi di Sansone, vedrai che con Venere dalla tua parte ci saranno occasioni importanti nella trequarti avversaria. Se puoi accendere la miccia di una relazione fallo subito, il passionale Callejon non aspetterà per molto, mentre sul lavoro lasciate andare ciò che non vi soddisfa più.

Pesci. Ti senti incompleto, vero caro? Lo so, ma non ne hai motivo: l’amore procede senza problemi e sei tra i titolari inamovibili di mister Mihajlovic. Potrebbe insorgere qualche discussione legata al passato: tanti sono gli ex tra Bologna e Napoli, ma non devi preoccuparti di questo. Nel lavoro sei baciato dal Sole, ma non farti abbagliare: meglio abituarsi, perché alle 19.30 la luce è ancora bella forte. 

Leone. Come al solito, ecco in fondo alla lista l’oroscopo della squadra prossima avversaria del Bologna, il Napoli: data di nascita 1° agosto 1926.

Sei in lenta ripresa dopo l’ultima partita contro il Milan. Il ruggito dell’ex mister Gattuso si è fatto sentire, chiedi conferma alle orecchie di Lobotka. A metà settimana ci potrebbero essere problemi sentimentali: tieni monitorato il dialogo della premitata ditta Koulibaly-Meret. Fai attenzione alle spese: dopo i recenti acquisti di mercato ti sei fatto prendere la mano e tra poco cominciano i saldi, lascia stare le carte di credito e fai con quello che hai. Il lavoro ti rende più incerto di Tomiyasu e Skorupski contro il Parma: esci tu, esco io, esce il magazziniere? Fai uscire Inglese che sa cosa fare…

Ultima modifica il Lunedì, 13 Luglio 2020 12:02
Edoardo Draghetti

Ventiquattrenne aspirante giornalista cresciuto a tortellini e Bfc. Amante del calcio che osserva ma non pratica. 
Gioco a baseball da una vita: ho visto un sacco di diamanti, purtroppo solo di terra rossa