foto di CalcioToday foto di CalcioToday

Luci spente a San Siro: il Bologna cede 5 a 1 al Milan

Scritto da  Lug 18, 2020

MILANO - Un Bologna pressoché assente subisce una pesante sconfitta a San Siro: 5 a 1 per il Milan dell’ex Stefano Pioli. 

Mihajlovic ripropone in campo Orsolini e Sansone titolari con Santander a fare da punta centrale mentre c’è Poli a fare diga con Dominguez a centrocampo.

Il primo vero pericolo è su una ripartenza del Milan che porta, AL 6’, al tiro Rebic col pallone ben bloccato a terra da Skorupski.

Ci riprovano i rossoneri un minuto più tardi con una botta di Theo Hernandez, anche in questo caso ben disinnescata dal portiere polacco.

Al 10’ e alla terza occasione, il Milan passa in vantaggio con Saelemaekers che da centro area chiude una bella combinazione tra Rebic e Theo Hernandez che serve la rifinitura per il belga. 1 a 0 e per il Bologna comincia subito la salita.

Al 13’ sono ancora i padroni di casa a rendersi pericolosi e solo un perfetto Skorupski sventa il raddoppio che era finito sui piedi di Cahlanoglu a centro area. I rossoblù sembrano sbandare davanti alle veloci manovre dei milanisti.

Nei primi venti minuti il Bologna subisce la forte pressione degli uomini di Pioli e più di una volta rischia di capitolare. I rossoblù fanno perfino fatica a impostare la manovra visto che la squadra lombarda è costantemente aggressiva, persino sulle prime palle.

E al 24’ arriva il secondo gol. L’aggressività rossonera costringe perfino Skorupski a sbagliare il rinvio e consegnare la sfera sui piedi di Cahlanoglu che ribatte in rete da centro area. 2 a 0 e il Bologna che si è visto sino a questo momento sembra più che altro uno sparring partner.

Il Bologna si affaccia per la prima volta nell’area avversaria dopo ventisette minuti ma il calcio d’angolo guadagnato non porta granché.

Bella la conclusione su punizione di Orsolini che, al 32’, prova la botta dalla lunga distanza; ma Donnarumma è ben piazzato e blocca.

Al 35’, tuttavia, il Milan colpisce ancora con forza e questa volta è il palo a salvare la porta rossoblù, dopo il tiro violento dalla distanza di Kessie.

Immediata risposta del Bologna che riparte con Orsolini ma l’assist scorre lungo la linea di porta e non viene raggiunto da Sansone in ritardo.

Altro intervento determinante di Skorupski al 42’ quando deve intervenire in tuffo su un tiro da posizione defilata di Kessie.

Ma il Bologna ha la forza di riaprire la partita al 44’ quando Tomiyasu trova un bel canale per ricevere il pallone, dribbling sul filo della linea lunga dell’area e botta di sinistro che si infila all’incrocio dei pali alla destra di Donnarumma. 2 a 1 e i rossoblù rimangono in partita grazie a un episodio ben costruito ma anche fortunatamente trovato.

Il primo tempo finisce su un tiro rasoterra di Kessie che però finisce a lato. 

Il Bologna inizia aggressivo il secondo tempo ma è il Milan che colpisce. È di Bennacer la ripartenza e il gol, isolato, che porta a tre le segnature del Milan. 3 a 1 ma l’azione sembra sostenuta in partenza da un fallo di Kjaer su Santander.

Dopo neanche dieci minuti, il Milan torna ancora al gol. Questa volta è Rebic a completare una combinazione rossonera, girandosi perfettamente e calciando il pallone che supera Skorupski. 4 a 1 e la partita sembra essere già chiusa con più di mezz’ora da giocare prima del triplice fischio.

Al 64’ Theo Hernandez prende velocità giocando in anticipo e prova il collo esterno dalla distanza. La palla non impensierisce eccessivamente la difesa rossoblù.

Salva sulla linea, al 67’, Baldursson un tiro di Leao dopo un altro rinvio sbagliato di Skorupski. 

Incrocia Leao al 76’, ribatte coi pugni Skorupski.

Un minuto più tardi, gaffe difensiva del Milan e il Bologna usufruisce di una punizione a due in area. La punizione viene colpita con forza da Santander ma Donnarumma compie una perfetta parata d’istinto e sventa la minaccia.

Ancora Leao dalla distanza all’84’, ancora Skorupski ad arginare.

Occasione per Santander al 90’ ben servito da Poli in area ma il tiro del paraguaiano viene ben contrastato da Kjaer.

Nel primo minuto di recupero, il Milan celebra la vittoria con il pokerissimo, messo a segno da Calabria, dopo l’assist di Leao. 5 a 1 e il Bologna si polverizza nell’aria fino al triplice fischio finale di Massa.

 

MILAN (4-2-3-1): Donnarumma, Calabria, Kyaer, Romagnoli, Hernandez, Kessie, Bennacer(78’ Biglia), Saelemaekers (61’ Bonaventura), Cahlanoglu (61’ Krunic), Rebic (82’ Colombo), Ibrahimovic (61’ Leao). All. Stefano Pioli

BOLOGNA (4-2-3-1); Skorupski, Tomiyasu (59’ Mbaye), Danilo (59’ Corbo), Denswil, Dijks; Dominguez (59’ Baldursson), Poli, Soriano (73’ Svanberg); Orsolini (73’ Skov Olsen), Santander, Sansone. All. Sinisa Mihajlovic

Arbitro: Massa da Imperia (assistenti Bresmes e Imperiale; IV uomo Ghersini; Var Nasca, assistente Alassio)

Reti: 10’ Saelemaekers, 24’ Cahlanoglu, 48’ Bennacer, 57’ Rebic, 90’ + 1’  Calabria (M), 44’ Tomiyasu (B)

Ammoniti: 34’ Dijks (B), 50’ Kjaer, 53’ Saelemaekers(M)

Massimo Sampaolesi

Fa parte del Direttivo di 1000 Cuori Rossoblu. Si occupa di Comunicazione e ama il Bologna come se stesso. Passioni: la filosofia e la Virtus.