foto SkySport foto SkySport

Un buon Bologna non basta: 1 a 0 Atalanta

Scritto da  Lug 21, 2020

 

 

BERGAMO - Il Bologna non si fa intimidire dall’Atalanta ma subisce gol per la trentesima partita consecutiva ed è una di quelle letali. La rete di Muriel è sufficiente all’Atalanta per portarsi via tre punti.

Mihajlovic rinnova Skov Olsen al posto di Orsolini mentre Palacio va a fare la punta centrale e Barrow che parte dalla zona sinistra d’attacco. Svanberg fa coppia con Medel sulla mediana.

La prima vera occasione capita all’8’ sui piedi di Soriano con un tiro secco e pericoloso dalla lunga distanza, ben parato con tuffo a terra da Gollini.

Dopo due minuti il tiro al volo di Medel da fuori area crea scompiglio alla difesa bergamasca ma sventa ancora Gollini. Buon Bologna in questi primi minuti.

Colpo di testa di Pasalic al 14’, dopo una punizione calciata da Gomez dalla trequarti: la palla va comunque alta.

Passa un minuto e l’Atalanta ha un’occasione migliore con una ripartenza che mette Gomez, defilato a destra, davanti a Skorupski: il tiro a incrocio, esce a lato del secondo palo.

Si riaffaccia il Bologna al 19’ con Barrow che dopo aver danzato sulla linea dell’area prova la botta da fuori ma il pallone sfiora solo il palo.

Bella al 26’ la combinazione rossoblù con Barrow che lancia in area e Soriano che non raggiunge, davanti alla porta, il pallone solo per pochi centimetri

Al 28’ è bravo Denswil a “murare” Zapata a centro area.

Dopo un minuto, triangolo Pasalic-Zapata-Pasalic con quest’ultimo che tira a tu per tu con Skorupski ma il portiere polacco è bravissimo e sventa bloccando in due tempi.

Alla mezz’ora, il ripiegamento di Svanberg in difesa è encomiabile e va, anticipando, a prendersi un calcio da Zapata che stava tirando a botta sicura.

Al 34’ Toloi riesce, da un calcio d’angolo, ad anticipare tutti di testa ma il suo tiro finisce sul fondo.

Al 35’ dialogo piuttosto vivace tra Mihajlovic e Gasperini con quest’ultimo che viene espulso da La Penna. Per l’allenatore rossoblù, cartellino giallo.

Doppia clamorosa occasione per i rossoblù al 38’. Prima Barrow colpisce la traversa su punizione poi, sul prosieguo dell’azione lo stesso gambiano colpisce al volo un cross di Denswil: pallone fuori ma Bologna molto pericoloso.

Finisce in equilibrio un primo tempo che ha visto un bel Bologna, per nulla intimidito dai padroni di casa.

Inizia il secondo e sono i rossoblù a farsi vedere per primi con una conclusione dalla lunga distanza di Palacio al 48’: pallone alto.

Bravissimo Skorupski un minuto più tardi quando para a una mano un tiro a incrocio di Muriel, arrivato come una furia in area. 

Sfiora il vantaggio l’Atalanta al 52’ con Toloi che sfiora il palo alla destra di Skorupski. La palla, deviata però dai difensori rossoblù, concede solo angolo.

Al 61’ per pochi centimetri il Bologna non passa in vantaggio. Scambio perfetto tra Soriano e Tomiyasu con il nipponico che crossa che Barrow: il tiro al volo si alza di pochissimo sulla traversa.

La risposta dell’Atalanta è però letale e passa in vantaggio con una saetta di Muriel, due metri dentro l’area. 1 a 0 ma il Bologna non merita la sconfitta.

Colley, da poco entrato, si fa vedere al 67’ quando cerca di penetrare l’area in velocità ma il successivo tiro non impensierisce.

Infortunio al 74’ per Tomiyasu, al suo posto Mbaye.

Mihajlovic, al 77’ cambia il Bologna facendo entrare Santander al posto di Kreicj e passando a tre la linea difensiva. Davanti, coppia sudamerica Palacio-Santander con dietro Soriano.

Al 78’ Colley obbliga Skorupski a un altro intervento perfetto, sventando due tiri consecutivi dell’attaccante.

Tiro cross di Santander dalla sinistra ma Gollini blocca con facilità.

Si avvita Danilo al 90’, dopo punizione di Sansone, per colpire di testa ma la palla svetta alta.

Il Bologna ha ancora cinque minuti di recupero decretati da La Penna per provare a riequilibrare la partita.

 

ATALANTA (3-4-3): Golllini, Toloi, Palomino (79’ Sutalo), Djimsiti (86’ Caldara); Castagne, Freuler, De Roon;  Gomez (65’ Malinovskyi), Pasalic (46’ Muriel), Gosens; Zapata (65’ Colley). All. Gasperini 

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski, Tomiyasu (74’ Mbaye), Danilo, Denswil, Kreicj (77’ Santander); Medel, Svanberg (63’ Dominguez); Skov Olsen (63’ Orsolini), Soriano, Barrow (63’ Sansone); Palacio. All. Sinisa Mihajlovic

Arbitro: La Penna da Roma (assistenti Caliari e Gori; IV uomo Maggioni; Var Calvarese, assistente Bindoni)

Reti: 62’ Muriel ( A)

Ammoniti: 30’ Tomiyasu, 75’ Danilo (B), 69’ Freuler, 83’ Gosens, 90’+2” Colley (A)

Espulso Gasperini (A) al 35’

Ultima modifica il Martedì, 21 Luglio 2020 21:51
Massimo Sampaolesi

Fa parte del Direttivo di 1000 Cuori Rossoblu. Si occupa di Comunicazione e ama il Bologna come se stesso. Passioni: la filosofia e la Virtus.