Walter Sabatini Walter Sabatini BFC

Gazzetta - Sabatini: "È stata una stagione straordinaria. Lyanco è Lyanco solo con Sinisa, rifiutati oltre 20 milioni per Tomiyasu"

Scritto da  Lug 31, 2020

L'edizione odierna della Gazzetta dello Sport riporta una lunga intervista al coordinatore delle aree tecniche del Bologna e del Montréal Impact, Walter Sabatini. Di seguito un breve estratto di alcune delle dichiarazioni più importanti.

Il dirigente rossoblù comincia il discorso parlando della campionato che si sta per concludere: "Siamo alla fine di una stagione che nemmeno i Maya avrebbero potuto prevedere. Le quattro pere di Firenze non cancellano un bel niente, è stata una stagione straordinaria." Sull'obiettivo Europa afferma: "Oggi l'Europa è solo uno slogan. La nostra Europa è quella di finire la stagione con Sinisa in panchina. Che peccato non aver conosciuto prima il tecnico serbo, tra di noi c'è molta complicità."

Sabatini poi si sofferma a parlare di calciomercato: "Sarà un mercato correttivo della carenze. Saputo è un top ma voglio essere chiaro, il Bologna non passerà mai dal calciomercato per essere grande ma tramite un modo di essere e di pensare." De Silvestri? "È una possibilità, Kolarov, invece, no." Lyanco? "Lyanco dovrebbe capire che è Lyanco solo con Sinisa. Colley, Soumaoro ed Eder non sono nostri obiettivi." Per quanto riguarda le uscite, infine, "Denswil, non partirà. Santander se vuole andare può farlo. Skov Olsen, Svanberg e Baldursson non andranno mai via in prestito. Tomiyasu e Orsolini non si toccano. Per il giapponese abbiamo già rifiutato un'offerta di oltre 20 milioni".

Fonte: Gazzetta dello Sport/Matteo Dalla Vite

 

Ultima modifica il Venerdì, 31 Luglio 2020 10:46
Antonio Cetani

Giornalista freelance, laureato in Comunicazione. Seguo ogni tipo di sport, dal calcio al basket passando per il tennis e i motori. Ho due passioni: la politica e la lettura.