Stampa questa pagina
foto TorinoFC foto TorinoFC

Il Bologna chiude a 47: al Dall'Ara è 1 a 1 col Toro

Scritto da  Ago 02, 2020

BOLOGNA - Solo un pareggio tra I rossoblù e il Torino nel giorno in cui Bologna e tutta Italia ricordano le vittime della strage alla stazione del 2 agosto 1980. Al Dall’Ara finisce 1 a 1. la squadra di Mihajlovic chiude la stagione (che sarà ricordata soprattutto per lo stop causa Covid) dodicesima in classifica, con 47 punti (12 vittorie, 11 pareggi, 15 sconfitte).

Per questa ultima partita di campionato, Mihajlovic propone entrambi i ragazzi del Gambia (Barrow e Juwara) titolari dal primo minuto mentre Medel va a fare il centrale difensivo insieme a Medel. Nel Toro di Longo, c’è Verdi ad assumere il ruolo di ex di turno. Un minuto di silenzio prima dell’inizio del match.

Il primo pericolo verso la porta avversaria arriva da parte di Svanberg che al 4’ chiude dalla distanza una bella combinazione che i rossoblù sviluppano a destra: il pallone finisce alto.

Calcia in porta una distante punizione Verdi all’11’ ma Skorupski è attento e blocca a terra.

Vicino al gol il Bologna al quarto d’ora grazie a una punizione di Barrow dal lato corto sinistro dell’area che viene deviato in corner, a un passo dall’entrata in rete.

Il Bologna passa poi in vantaggio tre minuti più tardi con Svanberg che raccoglie dal limite dell’area un assist di Soriano che viene trasformato in gol. 1 a 0 e al momento la squadra di Mihajlovic sembra giocare un calcio migliore degli avversari.

Ancora Svanberg al 22’ ma questa volta il tiro viene ribattuto da Djidji.

Barrow al volo al 24: il tiro risulta più spettacolare che preciso.

Altrettanto impreciso Palacio un minuto più tardi con un tiro a giro che si alza oltre la traversa.

Bella parata di Skorupski in tuffo al 33’ che salva su un tiro (preceduto da dribbling) di Verdi dal limite dell’area.

Ancora l’ex rossoblù al 35’ ma il tiro (questa volta col sinistro) viene ancora bloccato dall’estremo difensore del Bologna.

Doppio dribbling accentrandosi dalla sinistra e tiro da lontano di Barrow al 37’: pallone alto.

L’arbitro concede quattro minuti di recupero per questa prima frazione.

Dallo stesso lato corto a sinistra, ancora punizione per Barrow. Anche questa volta il tiro è pericoloso ma non entra in porta grazie a una bella parata in tuffo di Rosati.

Nel terzo minuto di recupero si fa ancora vedere Barrow che entra in area in dribbling ma il tiro è abbastanza centrale, seppur forte, e viene parato da Rosati.

Nel secondo tempo i rossoblù entrano in campo con Santander e Sansone al posto di Palacio e Barrow. 

Il primo tiro dei secondi 45 minuti è di Juwara che chiude un triangolo con Santander e calcia a rete: Risati blocca a terra.

Deviata in angolo una conclusione dalla distanza di Sansone al 55’.

Conquista un angolo il Toro al 61’ grazie a un buon movimento di Zaza; nulla di fatto dall’esecuzione.

Bravo Skorupski al 65’ che chiude in tuffo su Berenguer e devia in angolo.

Al 66’ Zaza trova il pareggio con un bel tiro al volo incrociato sul palo lontano di Skorupski. 1 a 1 e il match torna in equilibrio sebbene il Bologna sia apparso sin qui migliore rispetto agli avversari.

Aumenta la pressione del Torino e il Bologna sembra un po’ in difficoltà nella costruzione.

Grande occasione per Santander che controlla benissimo un lancio dalle retrovie e tira incrociando al 72’: la sfera esce di poco.

Ancora un’ottima uscita di Skorupski che para su Zaza entrato in area di slancio al 77’.

Si alza sopra l’incrocio il tiro a giro di Berenguer all’80’.

A causa di uno sfortunato rimpallo, Sansone perde un pallone che si era, in realtà, ben sistemato con dribbling in area all’86’.

Tre minuti di recupero concessi prima del triplice fischio di Di Martino.

Si chiude il campionato e il Bologna chiude al dodicesimo posto in classifica.

 

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski, Mbaye, Danilo, Medel, Denswil; Schouten (70’ Dominguez), Svanberg (70’ Baldursson); Juwara (76’ Skov Olsen), Soriano, Barrow (46’ Sansone); Palacio (46’ Santander). All. Sinisa Mihajlovic 

TORINO (3-4-1-2): Rosati, Izzo (76’ Nkoulou), Djidji (90’ + 2’ Celesia), Bremer; Berenguer, Rincon, Lukic, Ansaldi (49’ Aina); Verdi, Belotti, Zaza. All. Carmine Longo

Arbitro: Di Martino da Teramo (assistenti Rossi e Scarpa; IV uomo Abisso; Var Valeri, assistente Del Giovane)

Reti: 18’ Svanberg (B), 6’ Zaza (T)

Ammoniti: 12’ Mihajlovic, 75’ Santander, 79’ Soriano, 84’ Medel (B), 45’ + 2’ Ansaldi, 56’ Rincon, 59’ Berenguer (T)

Massimo Sampaolesi

Fa parte del Direttivo di 1000 Cuori Rossoblu. Si occupa di Comunicazione e ama il Bologna come se stesso. Passioni: la filosofia e la Virtus.