Gary Medel Gary Medel bolognafc

il Resto del Carlino - Medel in difesa? Si può. "E' il mio ruolo preferito"

Scritto da  Ago 04, 2020

Per la prossima stagione si fa sempre più insistente la voce che vorrebbe Gary Medel al centro della difesa. Un ipotesi che piace a Sinisa Mihajlovic ma anche al centrocampista cileno: "Sono felice, è il mio ruolo preferito". Da difensore centrale, Medel ha conquistato due Copa America da capitano del Cile; anche contro il Torino è stato schierato da centrale e si è preso i complimenti di Walter Sabatini: "Se ci fosse stato il pubblico sarebbe uscito tra gli applausi per alcuni interventi che ha fatto".

Il 33enne, inoltre, potrebbe pensare di tornare al suo vecchio ruolo anche per risparmiare chilometri e allungare la propria carriera, dato che le energie che si consumano a centrocampo sono maggiori. Una cosa è certa: il Bologna è in emergenza lì dietro e Medel, in quel ruolo, farebbe comodo. A Casteldebole, però, non sono convinti di affidare, già dall'inizio della prossima stagione, le chiavi della difesa al cileno: "Proverei a percorrere strade diverse, anche se averlo in caso di emergenza ci rallegra", sempre Sabatini. 

Mihajlovic, negli ultimi giorni, ha anche dichiarato di voler spostare Tomiyasu al centro della difesa. Due esami da valutare, quindi. Con il centrocampo al completo, però, arretrare Medel dietro significherebbe risparmiare denaro sul difensore e investire di più su una prima punta. Il Bologna aspetta e studia perché, un eventuale decisione del cileno, potrebbe condizionare il futuro mercato rossoblu.

Fonte: Marcello Giordano/ il Resto del Carlino

Federico Calabrese

Classe 2000, studia presso l'Università di Bologna. Prima di entrare in 1000 Cuori Rossoblu ha scritto per Mondoprimavera e Jzsportnews.com. In passato ha lavorato anche con Gazzamercato, Vocegiallorossa e Numero-Diez. Ha partecipato l'anno scorso al Workshop di Giornalismo sportivo a Bologna, che ha visto docenti come Xavier Jacobelli e Alessandro Iori. Appassionato di calcio in tutte le sue sfumature, cerca il più possibile di raccontare il lato romantico dello sport, con storie che possano far emozionare.