Joey Saputo Joey Saputo 1000CuoriRossoBlu - Sara Melotti

il Resto del Carlino – Saputo fa i conti: il mercato non si ferma

Scritto da  Ago 06, 2020

È tempo di vacanze. In seguito alle partenze della squadra e del tecnico, anche per la dirigenza Rossoblù arriva qualche giorno di relax. In attesa di riprendere le attività i cellulari rimangono accesi: il mercato non si ferma.

Saputo, chairman del Bologna, sta completando i conti riguardanti le perdite scaturite dal lockdown. Queste, riguardano per lo più la Mls: al di là dell’oceano non ci sono diritti televisivi, se non in pochi casi. 
Per gli Impact perdere una stagione si traduce in una perdita degli introiti del 90%, corrispondente a circa 30-40 milioni di euro. Stessa perdita di denaro a Bologna, dove però i diritti tv ci sono e nelle rimesse è compresa anche la svalutazione dei cartellini.
Il patron di Bologna – in attesa di concludere tutti i conti – ha chiarito ai suoi dirigenti che eventuali entrate prodotte attraverso la cessione di calciatori, non saranno utilizzate per arginare le perdite. Quello che Bigon, Sabatini e Di Vaio riusciranno a ricavare dalle partenze, invece, potrà essere reinvestito. 
Non sono i 50 milioni di un’estate fa, ma una cifra di 5 milioni di euro potrà essere impegnata per l’acquisto di altri giocatori: la dirigenza attende la risposta dello scozzese Hickey (18 anni, 1.5 milioni) e valuta Marcelo Herrera (21 anni) del club argentino del San Lorenzo.

Intanto, aspettando la fine di tutti i conteggi per capire quale sarà il budget di mercato, Bigon, Sabatini e Di Vaio si concentrano sulle operazioni in uscita: Santander, Calabresi e Donsah cercano una nuova squadra.
Insomma, il mercato alle porte appare destinato ad accrescere più avanti, laddove non arriverà il budget si conterà sulla creatività della dirigenza: scambi, prestiti con diritti e obblighi di riscatto futuri.

 

Fonte: il Resto del Carlino – Marcello Giordano

 

Matteo Guerra

Nato in Emilia-Romagna, regione d’eccellenza motoristica italiana, studio Comunicazione a Bologna. Intraprendo un percorso formativo mirato al mondo del giornalismo nell’ambito dell’automobile. Forte appassionato di tutto ciò che riguarda motori e velocità.