1000CuoriRossoBlu - SEMPRE PER UNIRE, MAI PER DIVIDERE 1000CuoriRossoBlu - SEMPRE PER UNIRE, MAI PER DIVIDERE 1000CuoriRossoBlu

Stadio – Bologna melting pot, la squadra rappresenta 16 nazioni del mondo

Scritto da  Ago 13, 2020

Attualmente gli atleti stranieri del Bologna sono 23, e rappresentano un totale di 16 paesi del mondo. Gli stati appartenenti ad una comunità differente da quella italiana, maggiormente presenti nella squadra, sono l’Argentina (con Nicolas Dominguez, Rodrigo Palacio e Nehuen Paz) e l’Olanda (con Jerdy Schouten, Mitchell Dijks e Stefano Denswil). A seguire troviamo due brasiliani (Angelo Da Costa e Danilo Larangeira), due senegalesi (Ibrahima Mbaye e Mouhamadou Sarr) e i due attaccanti gambiani Musa Barrow e Musa Juwara. Altri stranieri sono il portiere Sebastian Breza (canadese) e il centrocampista Andri Fannar Baldursson (islandese classe 2002). Oltre a questi atleti, è rientrato dal prestito alla Cremonese un altro centrocampista: Dogo Michael Kingsley, attuale militante nella nazionale Under 20 nigeriana.

Walter Sabatini e Riccardo Bigon si stanno applicando per condurre in patria Rossoblù altri due nuovi giocatori, anch’essi entrambi provenienti dall’estero. Il primo è Vladyslav Supryaga (classe 2000), attaccante centrale della Dinamo Kiev e campione del mondo Under 20 nel 2019 (2 gol in finale contro la Corea del Sud, battuta 3-1 dall’Ucraina) a cui però interessa anche l’Atalanta. Il secondo calciatore è l’ambito scozzese Aaron Hickey (classe 2002): attualmente ricopre il ruolo di esterno sinistro all’Heart of Midlothian; anche Celtic e Tottenham ne sono interessati.
Nel caso in cui i due giocatori accettassero di entrare a far parte della rosa Rossoblù, i paesi rappresentati dal Bologna FC (ora come ora) diventerebbero ben 18.

Attualmente i felsinei hanno almeno 7 italiani in squadra: oltre al ritorno di Arturo Calabresi (da poco rientrato dal prestito all’Amiens), italianissimi si considerano anche Roberto Soriano e Nicola Sansone, nonostante siano nati in Germania. Altri italiani sono Andrea Poli, Mattia Bani, Riccardo Orsolini e Gabriele Corbo.

Da ricordare sono anche le provenienze del proprietario del Bologna Joey Saputo (canadese con origini italiane) e del tecnico serbo Sinisa Mihajlovic a cui è da poco stata riservata la cittadinanza onoraria bolognese.

 

Fonte: Stadio - articolo di Claudio Beneforti Dario Cervellati

Ultima modifica il Giovedì, 13 Agosto 2020 12:06
Matteo Guerra

Nato in Emilia-Romagna, regione d’eccellenza motoristica italiana, studio Comunicazione a Bologna. Intraprendo un percorso formativo mirato al mondo del giornalismo nell’ambito dell’automobile. Forte appassionato di tutto ciò che riguarda motori e velocità.