Dimitris Giannoulis Dimitris Giannoulis fonte immagine: sito ufficiale PAOK FC

La Bottega dei Talenti - Dimitris Giannoulis

Scritto da  Ago 26, 2020

Continua ad aggiornarsi la lista dei giocatori accostati al Bologna per la prossima finestra di calciomercato. Tra le caselle della rosa più gettonate, quelle delle fasce difensive sembrano le più interessanti in questa fase. Con Lorenzo De Silvestri pronto ad occupare il posto vacante a destra, nell’ultima stagione occupato da Tomiyasu, a sinistra il Bologna sta puntando un giovanissimo come Aaron Hickey, di cui abbiamo vi abbiamo già introdotto il profilo proprio ne La Bottega dei Talenti.

Per la corsia mancina tuttavia lo scozzese non è l’unico calciatore seguito. Tra i nomi emersi in queste settimane c’è anche quello del terzino greco Dimitris Giannoulis. Conosciamolo meglio.

Dimitris Giannoulis nasce a Katerini, città della Macedonia centrale, il 17 ottobre 1995. Inizia a giocare a calcio nelle giovanili della squadra locale del Vatanaikos. Con la squadra del distretto di Vatan, nella città di Katerini, esordisce in prima squadra e gioca le prime partite da professionista, trovando anche i primi gol.

Nel 2014, a 19 anni, si assicura il suo cartellino il PAOK Salonicco, pagando l’irrisoria cifra di 20 mila euro, nonostante le buone prestazioni del terzino. I bianconeri greci iniziano così a mandare Dimitris in prestito per, come si suol dire, “farsi le ossa”. Pierikos, Veria, Anorthosis (a Cipro) e Atromitos Atene, sono le tappe della sua crescita. Durante le tre stagioni e mezza passate lontano dal PAOK, Dimitris si distingue soprattutto in zona assist, infatti il suo score recita 29 assist in 193 partite in carriera.

Tornato al PAOK nel gennaio 2019, trova immediatamente spazio tra le primissime alternative ai titolari, giocando diversi spezzoni di partita. Al termine dalla stagione, grazie anche al suo apporto il PAOK conquista il titolo greco dopo un’attesa lunga 34 anni.

Nella stagione 2019/20, entra a far parte dei titolari del PAOK, esordendo anche in Champions e in Europa League, dove segna anche una rete, nei turni preliminari. In Campionato mette assieme 25 presenze, e 3 assist, mostrando solidità e qualità. La sua stagione termina con 44 presenze, 1 gol e 6 assist.

In Nazionale ha cominciato il suo cammino con la rappresentativa Under21 per cui ha giocato 5 partite, esordendo nel 2015. Nel 2018, durante il prestito all’Atromitos è arrivato anche l’esordio in Nazionale Maggiore, con cui ad oggi ha collezionato 7 presenze, giocando tra qualificazioni europee e Nations League.

185cm x 70kg, Giannoulis è un calciatore longilineo, con una struttura muscolare non particolarmente sviluppata. Grazie alle sue lunghe leve è molto veloce sia sul breve che sul lungo, caratteristiche che ne fanno un terzino affidabile e in grado di coprire la fascia in maniera efficace e con qualità.

Mancino naturale, possiede una buona tecnica di base, tanto da avventurarsi in dribbling spettacolari anche in zone di campo piuttosto pericolose. L’ottima tecnica si nota anche nel primo controllo del pallone. Non di rado capita che Dimitris sia stato chiamato a difficili controlli in corsa, ad altissime velocità, riuscendo nella maggior parte dei casi ad addomesticare palloni di notevole difficoltà. La tecnica del classe 1995 del PAOK inevitabilmente si nota anche in zona offensiva dove non di rado riesce ad arrivare efficacemente sul fondo, sia grazie alla puntualità e velocità con cui si sovrappone sulla corsia di sinistra, sia grazie a buone doti nel dribbling.

Come già sottolineato, nel corso degli anni da professionista, Dimitris ha dimostrato ottime capacità balistiche sui cross e buona visione di gioco dalla fascia sinistra. Infatti, tra i suoi 29 assist ci sono cross alti sul primo e sul secondo palo, cross tesi e passaggi all’indietro per la conclusione di un compagno di squadra in inserimento. Una varietà interessante di colpi che fanno di lui un terzino tecnicamente ordinato ed offensivamente efficace.

Dal punto di vista del gioco senza pallone, Giannoulis ha qualche difetto. La fase difensiva del campionato ellenico non è particolarmente probante, tuttavia non possiede ancora quel livello di attenzione che solo in un campionato tattico come quello italiano può essere sviluppata. Importante soprattutto il miglioramento delle chiusure in diagonale e la protezione dello spazio sulla fascia alle sue spalle, quando il suo lato è quello, cosiddetto, debole.

Efficace nei duelli aerei, fisicamente ben strutturato, Dimitris ha tuttavia mostrato nel corso degli anni una eccessiva confidenza nelle sue doti fisiche ed atletiche. Tale eccesso lo ha portato spesso ad essere irruento negli interventi in scivolata, rimediando qualche cartellino giallo di troppo.

Sul mercato in passato è stato cercato anche dalla Fiorentina, ora col contratto in scadenza nel 2022 sembra in procinto di lasciare il PAOK, visto che su di lui, dopo l’ultima buona stagione, hanno messo gli occhi in tanti. La dirigenza rossoblù lo ha messo in lista, potrebbe essere lui un eventuale sostituto se Dijks partisse?

Ultima modifica il Mercoledì, 26 Agosto 2020 16:05
Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.