Stadio - Il Bologna scalda il motore in vista del ritiro 1000cuorirossoblu.it

Stadio - Il Bologna scalda il motore in vista del ritiro

Scritto da  Ago 27, 2020

Sono continuati i test atletici a Casteldebole, ma se quelli di martedì trattavano la ripresa muscolare, ieri mattina Marchesi, preparatore atletico del Bologna, ha fatto ben presagire ai ragazzi il lavoro a cui si sottoporranno a Pinzolo. Lo riporta Matteo Fogacci di “Stadio”: dalle 9.30 a quasi mezzogiorno, divisi ancora per gruppi, corse ed esercizi con pesi nel campo principale, per forzare la preparazione che, da domani, sarà al fresco, in Trentino. 

Anche questa mattina ci sarà il ritrovo per la preparazione atletica, ma dopo pranzo, alle 15, la squadra salirà sul pullman, in direzione Pinzolo, per essere là per l’ora di cena. Prima della partenza, è comunque atteso l’esito dell’ultimo giro di tamponi eseguiti ieri, che darà l’ok ai giocatori e staff per partire. Da domani, alla squadra spetterà otto giorni di duro lavoro, con conclusione il 5 settembre, alle 17, con l’amichevole contro il Feralpi Salò, militante in Serie C. 

Erano assenti alla seduta di ieri Bani, ancora alle prese con lo strappo al polpaccio, che gli ha fatto abbandonare il campo sei partite prima della fine, e Tomiyasu, che è tornato solo sabato dal Giappone e che ancora rimane in quarantena. Anche per lui ancora qualche giorno di allenamento differenziato, dove si capirà poi se aggregarlo al gruppo oppure completare la preparazione all’Isokinetic e sui campi di casa, per essere pronto al 100% per l’inizio del campionato. 

Intanto, ieri ha rilasciato le sue prime parole in rossoblu il giovane Vignato, classe 2000, ai microfoni di BFCTV. Acquistato già a gennaio, ma lasciato al Chievo per completare la stagione, con i gialloblu, in Serie B, ha collezionato, in 35 partite, 5 goal e 3 assist. Il giovane si presenta come un giocatore versatile in attacco, poiché col Chievo ha giocato un po’ in tutti i ruoli. Rimane consapevole che il Bologna già ha giocatori forti per quei ruoli, sperando comunque di dare una mano e giocarsela con loro. Un ragazzo timido, umile, ma che già si è fatto vedere, con i fatti al Chievo, con tanto talento, anche quando i gialloblu militavano in Serie A.

sport.sky.it

Qui per leggere le prime parole di Emanuel Vignato ai microfoni di BFCTV. 

Ultima modifica il Giovedì, 27 Agosto 2020 09:01
Matteo Linarello

Studio Scienze della Comunicazione, gioco a baseball da quando ero “cinno” e possiedo una fede multi-sportiva legata alla mia città: Bologna.
Mi piace lo sport in tutte le sue angolazioni: vederlo, praticarlo e raccontarlo.