Stadio - Tomiyasu e Medel, un nuovo ruolo Damiano Fiorentini per 1000 cuori Rossoblù

Stadio - Tomiyasu e Medel, un nuovo ruolo

Scritto da  Ago 31, 2020

Medel e Tomiyasu nel ruolo di difensori centrali? Sinisa ci pensa. Intanto ieri la buona notizia: il giapponese, insieme ad altri 5 giocatori (tra cui Bani) ha raggiunto i compagni a Pinzolo, e oggi sarà già sul campo ad allenarsi con il gruppo con la certezza della negatività al Covid. La società e lo staff credono in Tomi e sopratutto credono in un suo salto di qualità se spostato al centro della difesa, ma il giapponese è pronto per un ruolo così delicato in Serie A?

 

Intanto gli esperimenti continuano. Nella partitella di sabato si è rivisto al centro della difesa Medel. Il cileno aveva dimostrato la sua duttilità e sopratutto la sua qualità da centrale nella partita contro il Torino nell'ultimo turno di Serie A della scorsa stagione, ma la sua esperienza in quella posizione risale ai tempi della Copa America e dell’Inter, dimostrando sempre una certa qualità in quel ruolo. L’abbondanza a centrocampo sembra quasi un’opportunità per uno slittamento del Pitbull sulla linea difensiva, nel reparto che più di ogni altro abbisogna di una sistemazione dopo la deludente passata stagione. Difesa che vedrà anche l’inserimento nelle rotazioni di De Silvestri, da lì la possibilità di vedere Tomi più spesso nel ruolo di centrale.

 

Statistiche. Medel conta 277 partite da mediano e 50 da centrale in carriera, un rapporto di 1 a 5,5 che dimostra lo confidenza del centrocampista anche con il ruolo di difensore. I numeri di Tomi invece sono molto diverse, da professionista è stato adattato da terzino solamente a Bologna: 28 le presenze in quel ruolo per il giapponese, contro le 79 da centrale.

 

A centrocampo  è il reparto che ha bisogno di meno esperimenti e può contare su: Schouten, Poli, Dominguez e Svanberg. Con Donsah che sta provando a convincere Mihajlovic di poter fare al caso suo. In attacco le cose sono più complicate: l'idea dello spostamento di Barrow al centro del reparto offensivo sembra andata nel dimenticatoio, ma molto dipende da quello che verrà deciso su Santander: se il paraguaiano dovesse andare via, ecco che allora Barrow potrebbe ritrovarsi nella posizione di dover coprire, a rotazione, entrambi i ruoli.

Michael Mucci

La vita è come un sentiero avvolto dalla nebbia: devi avere il coraggio di cercare e prendere delle deviazioni.

Appassionato di viaggi, fotografia e Bologna FC. Sogno nel cassetto: diventare un Fotoreporter.