Andrea Ranocchia Andrea Ranocchia Sky

Stadio - Idea Ranocchia per la difesa

Scritto da  Set 01, 2020

Spunta un nuovo nome per la difesa rossoblu ed è quello di Andrea Ranocchia, 32 anni di proprietà dell'Inter. Tutto è nato qualche giorno fa quando il suo procuratore, Tullio Tinti, ha accompagnato a Casteldebole un altro suo assistito, Emanuel Vignato, nuovo acquisto del Bologna. Tinti ha dunque proposto Ranocchia alla dirigenza rossoblu: il difensore verrebbe liberato a zero dall'Inter, come premio per la sua grande professionalità. Il Bologna non ha dato una risposta precisa, nonostante sia ormai noto a tutti quanto serva un difensore centrale a Sinisa Mihajlovic. Il problema è che il serbo vorrebbe un giovane da affiancare all'esperto Danilo: l'obiettivo primario resta Lyanco, la trattativa per Ranocchia potrebbe prendere una seria piega soltanto con il mancato arrivo del brasiliano.

Il difensore nerazzurro è quindi una seconda scelta, ma attenzione ad attendere troppo perché su di lui ci sono anche Genoa e Parma. Sulla difesa rossoblu, inoltre, vanno fatte alcune valutazioni: Bani è tornato, Tomiyasu verrà dirottato al centro e, in caso di emergenza, la stessa cosa potrebbe accadere con Medel. Morale della favola: il Bologna non si affannerà alla ricerca di un difensore, ma farà le più giuste valutazioni per trovare il profilo adatto al reparto arretrato rossoblu.

Infine, novità sul fronte Aaron Hickey: il giovane difensore scozzese ha ormai scelto la sua prossima destinazione, manca però l'accordo tra la società emiliana e gli Hearts. Le pretese della dirigenza scozzese sono troppo elevate per il Bologna, anche perché il contratto di Hickey scadrà il prossimo anno. Morale della favola: la spesa deve essere proporzionata alla disponibilità economica del club, se aggiungi da una parte sei poi costretto a diminuire dall'altra. E' la filosofia del Bologna, ed è per questo motivo che alcune trattative (Hickey e Supryaga su tutte) sono difficili da concludere.

Fonte: Corriere dello Sport-Stadio/Claudio Beneforti

Federico Calabrese

Classe 2000, studia presso l'Università di Bologna. Prima di entrare in 1000cuorirossoblu ha scritto per Numero-Diez, Mondoprimavera e Jzsportnews. In passato ha lavorato anche con Gazzamercato e Vocegiallorossa. Ha partecipato al Workshop di Giornalismo Sportivo, che ha visto come docenti Xavier Jacobelli e Alessandro Iori. Appassionato di calcio in tutte le sue sfumature, cerca di raccontare il lato romantico dello sport.