Aaron Hickey Aaron Hickey deadlinenews.co.uk

Stadio - Hickey a Bologna: "Sono contento di aver preso questa decisione"

Scritto da  Set 10, 2020

Da quanto scritto su “Stadio” da D. Cervellati, già dall’aeroporto di Glasgow il giovane Aaron Hickey non stava più nella pelle nell’iniziare la sua nuova avventura italiana: prima di partire, il terzino classe ’02 ha sfoggiato la bandiera tricolore, stendendosela dietro le spalle. Davanti ai microfoni di Sky Sport, si dice convinto della scelta fatta e impaziente di venire a Bologna, che definisce un grande club, e di confrontarsi in uno dei  campionati più importanti al mondo: la serie A. 

In ogni caso sa che l’occasione va guadagnata, se la deve conquistare: “Mi è stato detto che mi allenerò con la prima squadra, poi vedremo come va. … sarò attento ad allenarmi duramente”. Fresco di 18 anni, Aaron svela una sua piccola ambizione, quella di giocare contro CR7 e Dybala. Poi, Aaron parla della prima partita di campionato, dove vedrà per la prima volta Zlatan: “Ibrahimovic gioca da quando era ragazzino: per me passare dal cortile di scuola a San Siro sarebbe semplicemente fantastico”. 

Hickey è arrivato a Bologna ieri sera e oggi si sottoporrà al tampone e alle visite mediche all’Isokinetic. Per lui sarà una giornata di test, la quale al termine potrà firmare il contratto che lo legherà al Bologna per le prossime cinque stagioni. Il corteggiamento è stato lungo: prima l’accordo sulla cessione del cartellino, portata a 2 milioni, poi il corteggiamento con, dall’altra parte, il Bayern Monaco che faceva lo stesso. 

In questi giorni conoscerà la sua nuova famiglia, più di tutti Dijks, perché Sinisa proverà a farlo crescere sulle spalle dell’olandese. Hickey è terzino sinistro, che può essere adattato anche come terzino destro. Ci vorrà pazienza: Hickey dovrà confrontarsi con un campionato importante e con un ambiente totalmente nuovo per lui. Avrà bisogno di tempo per adattarsi, ma la volontà di impegnarsi sembrerebbe non mancargli. 

Ultima modifica il Giovedì, 10 Settembre 2020 08:47
Matteo Linarello

Studio Scienze della Comunicazione, gioco a baseball da quando ero “cinno” e possiedo una fede multi-sportiva legata alla mia città: Bologna.
Mi piace lo sport in tutte le sue angolazioni: vederlo, praticarlo e raccontarlo.