Sinisa Mihajlovic Sinisa Mihajlovic fonte immagine: Michael Mucci /1000cuorirossoblù.it

Il Resto del Carlino - Bologna FC, col Milan Sinisa punta sull'esperienza

Scritto da  Set 16, 2020

Sono oramai diverse finestre di mercato che il Bologna sta perseguendo la strada della linea verde, una scelta che spesso alterna grandi risultati a tonfi clamorosi. Tuttavia, la società ha operato la scelta sulla base anche di un progetto costruito anche insieme all’allenatore.

Una volontà suffragata anche da qualche parola del tecnico, che secondo quanto riportato da Massimo Vitali su Il Resto del Carlino stamane, a Pinzolo, direttamente dalla sua abitazione bolognese in cui scontava la quarantena causa covid, aveva dichiarato apertamente di voler fa diventare il Bologna la squadra più giovane d’Italia. Splendida idea. Col mirino puntato su Supryaga, altro ventenne su cui i rossoblù vorrebbero presto contare, difficile non credere al progetto, ma lunedì arriva la realtà e Sinisa sa bene di dover rivedere, almeno inizialmente il suo manifesto.

L’ultima gita a San Siro, contro il Milan, è finita malissimo. Lo scorso 18 luglio il Bologna incassò 5 reti e ne segnò soltanto una. Questo è uno dei motivi principali per i quali Mihajlovic mitigherà la sua voglia di gioventù. L’altro è la mancanza di prove tecniche, causa quarantena, che lo aiutino a fidarsi dei giovani piuttosto che degli esperti interpreti a disposizione in ogni posizione. Così in campo dovrebbero andarci: Skorupski in porta coi suoi 29 anni, a destra il 32enne De Silvestri, centro della difesa Danilo 36 e Tomiyasu 21, a sinistra invece Dijks 27. Il centrocampo dovrebbe essere composto da Schouten 23 e Dominguez 22, occhio però ai 30 anni di Andrea Poli, il quale scalpita per prendersi una maglia da titolare. Dietro il 38enne Palacio, ecco il trio Orsolini, Soriano e Barrow, che rispettivamente hanno 23, 29 e 21 anni. Insomma, un mix col quale Sinisa vuole cercare di mitigare la mancanza di prove tecniche e tattiche adeguate al livello del suo perfezionismo e la voglia di mettere quanti più giovani in campo.

Il segnale è chiaro. Oggi è il turno dei vecchi saggi, domani attendiamo la meglio gioventù, pronta per una maglia da titolare.

Ultima modifica il Mercoledì, 16 Settembre 2020 07:50
Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.