Il Resto del Carlino - Dal Bologna all’Europa: il Milan in 10 giorni eurosport

Il Resto del Carlino - Dal Bologna all’Europa: il Milan in 10 giorni

Scritto da  Set 21, 2020

Quando la strada comincia con un bivio. E' una consuetudine nel calcio ma per il Milan sarà ancor più un momento nevralgico. Da questa sera al primo ottobre i rossoneri si giocano 4 partite, due di Serie A, e due (se giovedì superano il Bodo Glimt) per la qualificazione alla fase a gironi di Europa League. Il Milan ha fatto il Diavolo tra giugno ed agosto, vincendo di fatto il mini campionato estivo post Covid conquistando 30 punti, ed ora dovrà fare la cosa più difficile: riconfermarsi.

Esordio amaro. Nelle ultime stagioni la prima è stata fatale per i rossoneri, sconfitti 1-0 dall’Udinese lo scorso anno e 3-2 due anni fa con il Napoli. A Bologna d’altro canto, è ancora lucido e dolcissimo il ricordo di quel 1-2 d’esordio nella stagione 2008 con gol di Di Vaio e Valliani proprio alla Scala del calcio. 

Mercato. Il mercato si chiuderà tra due settimane ma i rossoneri si sono già rinforzati con gli inserimenti di Tonali, Brahim Diaz e Tatarusanu, e soprattutto con la riconferma di Ibraimovich, vero e proprio leader di questa squadra. In uscita c’è Paqueta, 44 presenze, un gol e tre assist per il brasiliano con la maglia del Milan, ormai ai margini della rosa di Pioli, mentre si sonda ancora per un altro centrale di difesa: Milenkovic e Aver i nomi sul tatuino.

Ultima modifica il Lunedì, 21 Settembre 2020 08:30
Michael Mucci

La vita è come un sentiero avvolto dalla nebbia: devi avere il coraggio di cercare e prendere delle deviazioni.

Appassionato di viaggi, fotografia e Bologna FC. Sogno nel cassetto: diventare un Fotoreporter.