La Bottega dei Talenti - Salva Ferrer Spezia Calcio

La Bottega dei Talenti - Salva Ferrer

Scritto da  Set 25, 2020

Sicuramente, negli anni a venire, l’estate calcistica bolognese vissuta nel 2020 verrà ricordata per la pandemia e non per la deludente (?) campagna acquisti svolta dai rossoblù. Se Supryaga non dovesse arrivare, con tutti che ci auguriamo il contrario, la campagna di mercato del Bologna si concluderà con due nuovi innesti: De SIlvestri e Hickey (con Vignato già acquistato a gennaio). Se lo scozzese potrà rappresentare il futuro sulla fascia sinistra, quello di DE Silvestri è sicuramente un investimento a breve termine, data l’età del ragazzo. Proprio per questo nell’estate, uno dei nomi circolati era quello di Salva Ferrer. La pista che porta al giocatore spagnolo, in forza allo Spezia, si è poi raffreddata, ma non si sa mai che possa ritornare in voga per le prossime sessioni di mercato. 

Salvador Ferrer Canals nasce a Mantorrel in Catalogna, il 21 gennaio 1998, muove i primi passi calcistici a Terraca, città a pochi chilometri dal paese natio. A livello di giovanili ha giocato in diverse squadre, rimanendo sempre nella zona della Catalogna. Dopo gli inizi al Jàbac Terrassa è passato per Espanyol, Martotell e Damm. Giunto al Martorell nel 2015, esordisce in prima squadra, giocando in 7ima divisione (la terza a livello catalano). Nel 2017 lascia le giovanili del Damm e si unisce al Pobla Mafumet, in Tercera Division (quarto livello). Dopo due annii  e 41 presenze, condite da due gol, si trasferice al Gimnàstic de Tarragona, squadre madre del Mafumet. Nel 2018 inizia così la sua esperienza in Segunda Division (la nostra Serie B). Dopo aver esordito all’ottava giornata, scendendo in campo per soli 8 minuti, diventa un titolare della squadra a partire dalla 16° giornata, alla sua seconda presenza in campionato. Alla fine del campionato saranno 21 le sue presenza in campionato, di cui 15 da titolare, nelle quali gioca sia come terzino destro, nella difesa a 4 o come difensore centrale, nella difesa  a 3. 

A fine stagione il Gimnàstic viene retrocesso il Segunda Division B, dopo aver ultimato il campionato all’ultimo posto. Per la prima volta in carriera Salva lascia la Catalogna e la Spagna per traferirsi in Serie B allo Spezia. I liguri se ne assicurano le prestazioni per 500 mila euro. Dopo aver saltato la prima giornata, rimanendo in panchina, debutta al minuto 58 della partita contro il Crotone, con il risultato già sul 2-1 per i calabresi. La prima presenza da titolare arriva alla 6°, ma a partire dalla 10° in poi Ferrer diventa un vero inamovibile dello Spezia, totalizzando a fine campionato 29 presenze, di cui 24 da titoalre. Ancora una volta titolare nei match valevoli per i playoff di Serie B, saltando solo 18 minuti nei 4 incontri. 

Le ottime prestazioni del terzinno spagnolo hanno fatto sì che su di lui ricadessero le attenzioni di molti club, italiani e spagnoli. Oltre il Bologna hanno chiesto informazioni su Ferrer anche Sassuolo, Sampdoria, Fiorentina, Elche, Getafe e addirittura il Real Madrid.  I due club che si sono dimostrati più interessati sono stati Sassuolo, in primis, e Sampdoria. Tuttavia Italiano, allenatore dello Spezia ha deciso di non rinunciare al motorino spagnolo, nonostante gli acquisti di due terzini, con già esperienza in A, come Mattiello e Sala.

I dirigenti rossobùu valutano con attenzione Ferrer, più come pedina per il futuro, che come titolare per la stagione in corso. L’occasione giusta potrebbe arrivare l’anno prossimo, se lo Spezia dovesse retrocedere. Le trattative con il club ligure rimangono tutt’ora vive su più fronti e non è da screditare l’ipotesi di un possibile inserimento di Ferrer nella trattativa che potrebbe portare il Ropero Santander in Liguria.

Nicolò Leva

Appassionato di sport, dal calcio al football americano, dal tennis ai motori. Da buon laureato in economia cerco e racconto i numeri che si nascondono dietro ogni avvenimento.