Frank de Boer, nuovo CT dell'Olanda Frank de Boer, nuovo CT dell'Olanda fonte immagine: Twitter ufficiale Nazionale olandese

L'altro spogliatoio: l'Olanda di Frank de Boer

Scritto da  Ott 14, 2020

Quarta giornata del girone di UEFA Nations League. L’Italia nel gruppo 1 sfida l’Olanda. Gli azzurri al momento guardano tutti dall’alto verso il basso grazie ai 5 punti conquistati nel girone di andata, frutto di una vittoria proprio contro l’avversario di stasera e i due pareggi con Bosnia e Polonia.

NUOVI ORANJE Sarà una sfida diversa da quella di poco più di un mese fa, in cui gli azzurri vinsero con la rete di Nicolò Barella. I tulipani stanno infatti attraversando un momento di assestamento. Tra la sfida del 7 settembre e oggi, la formazione olandese ha un nuovo CT, dopo l’addio di Ronald Koeman, e dunque non più l’incaricato ad interim Dwight Lodweges come fu a settembre. In panchina ci sarà infatti Frank de Boer, che ha esordito nella amichevole contro il Messico appena una settimana fa. Finora l’intenzione del nuovo allenatore, ex Inter tra le altre, sembra quella di affidarsi a vecchie certezze.

LA DIFESA – De Boer vuole trovare le proprie certezze proprio a partire dalla difesa: al centro ci sarà l’irremovibile Van Dijk, mentre accanto a lui sembra sicuro che giocherà l’interista de Vrij, assente a settembre a causa di un infortunio. Per loro sarà la terza partita consecutiva dall’inizio assieme, visto che è assente il titolare Matthijs de Ligt. Sulle fasce, dopo l’esperimento Wijndal, Blind dovrebbe prendere posto sulla corsia mancina, con Hateboer inamovibile titolare a destra. Una linea abbastanza solida, che comunque potrebbe risentire della disabitudine di de Vrij a giocare in una linea a 4, visto che ha ormai trovato il suo habitat nello schieramento a 3. Un’arma importante, in una partita che forse probabilmente non riuscirà a condurre tramite un possesso palla costante nella metà campo avversaria, potrebbero essere i lanci in profondità dalla parte del nerazzurro, per servire Ciro Immobile.

DALLA CINTOLA IN SU – Sarà un’Olanda probabilmente molto sfrontata quella che andrà in campo stasera al Gewiss Stadium di Bergamo. L’assenza, proprio nello stadio di casa, di Marten de Roon per squalifica imporrà all’ex tecnico dell’Ajax di affidarsi ad un trio formato da Wijnaldum, Van de Beek e Frenkie de Jong. Le probabili formazioni indicano il centrocampista del Liverpool pronto ad agire subito dietro all’unica punta, tuttavia sembra più probabile che il vertice del triangolo rovesciato della mediana oranje lo ricopra il neoacquisto del Manchester United. Quel che è certo è che a impostare la manovra e dare equilibrio a centrocampo ci sarà sicuramente Frenkie de Jong.
In avanti si dovrebbe rivedere un’Olanda più simile a quella che ha spesso disegnato Koeman. De Boer dovrebbe affidarsi a Depay centravanti e ai suoi lati Quincy Promes e Steven Berghuis.

De Boer rispetto alla sfida contro la Bosnia, almeno dall’inizio, sembra intenzionato a rinuncia al talento e alla freschezza atletica di Donyell Malen e all’uomo che ha regalato l’Europa League al Siviglia, Luuk de Jong, prima punta più classica rispetto a Memphis Depay.
Attenzione anche ai subentri a centrocampo: in panchina ci sarà anche Teun Koopmeiners, centrocampista in grado di dettare i tempi di gioco e dare equilbirio, nonché recentemente protagonista della nostra Bottega dei Talenti (qui la sua scheda).

Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.