Mihajlovic e De Zerbi Mihajlovic e De Zerbi Primocanale

Il Resto del Carlino - Il Derby della Via Emilia parte...dall'infermeria

Scritto da  Ott 17, 2020

Le difficoltà ormai sono all'ordine del giorno: al periodo complicatissimo in cui ci troviamo per la pandemia, alle cautele e attenzioni che si devono usare per gestire e tutelare al meglio le squadre, si aggiungono anche gli infortuni che stanno decimando un Bologna- Sassuolo che "nasce" annoverando, da una parte e dall'altra, una serie di infortunati che rendono complicatissimo il lavoro dei due allenatori, Mihajlovic e De Zerbi. In casa Bologna, le defezioni sono importanti e di qualità: agli infortunati di lungo corso Dijks Medel, Poli e Skov Olsen, potrebbe essersi aggiunto anche Denswill, ma saranno gli ultimi allenamenti a segnalare se l'olandese sarà arruolabile al gruppo dei convocati. In casa Sassuolo la situazione non è migliore, anzi: le defezioni partono dalla difesa dove il terzino Rogerio, i centrali Romagna e Ayhan (infortunio in Nazionale, come il nostro Skov Olsen) e l'altro terzino Chiriches (che se sarà recuperato, andrà solo in panchina), a cui si aggiunge, all'ultimo minuto, l'assenza per positività al Covid di Toljan. Da verificare le condizioni di Marlon, rientrato dal Fulham dopo le visite mediche che non hanno dato esito positivo e avrebbero consigliato la compagine londinese a rispedire in Emilia il difensore brasiliano. 

Per cui le formazioni che potrebbero scendere in campo terranno conto di quanto l'infermeria, più che il campo di allenamento, avrà stabilito nella giornata di oggi, sulle condizioni dei singoli. Per il Bologna potrebbero  scendere in campo Skorupski, De Silvestri, Danilo, Tomiyasu, Hickey, con l'unico dubbio a centrocampo fra Svanberg e Dominguez a fianco dell'insostituibile Schouten, mentre in avanti Orsolini, Barrow, Palacio e Soriano avranno il compito di impensierire e bucare la retroguardia sassolese. Perché sarà importante per la banda Mihajlovic ritornare a fare punti.

(Fonte Giordano - RdC)

Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"