Il Resto del Carlino - Orsolini, gol e rabbia: tutto inutile www.bolognafc.it

Il Resto del Carlino - Orsolini, gol e rabbia: tutto inutile

Scritto da  Ott 19, 2020

Il gol, la corsa in solitaria verso la bandierina e la voglia di mandare a quel paese il mondo. Esultanza polemica quella del ventesimo gol di Orsolini con la maglia del Bologna, quasi a voler dire: "e adesso zitti tutti"; se poi fosse un "zitti tutti" o un "zitto Sinisa" non ci è dato saperlo. Certo è che il rapporto tra i due non sembra più essere idilliaco.

L'attaccante ascolano è probabilmente il giocatore che più ha subito gli effetti del lockdown (compreso ciò che ha comportato, come la mancanza del pubblico), evidenziando un netto calo fisico e mentale; calo che Mihajlovic non ha mai mancato di sottolineare, attraverso punzecchiature esplicite nelle varie conferenze stampa. L'ultima ieri: "Oggi Orsolini ha fatto gol, ha giocato e si è impegnato, ma deve trovare la condizione migliore. Qui nessuno ha la bacchetta magica". E sull'esultanza: "Non l'ho capita. Esultanza per chi, che in tribuna c'erano due gatti?".

Ritrovata la via del gol, ora Orso deve ritrovare quel sorriso smarrito da luglio. Il ct Mancini, che di Sinisa e del Bologna è un amico, con la convocazione in Nazionale ha involontariamente sottratto venti giorni di lavoro a Casteldebole all'Orsolini bisognoso di recuperare lo smalto perduto. Poco male: il tempo per rimettersi definitivamente in carreggiata, per fortuna, c'è.

Massimo Vitali - il Resto del Carlino

Ultima modifica il Lunedì, 19 Ottobre 2020 07:36
Francesco Bianchi

Francesco Bianchi nasce nel dicembre 1999 e si ammala di calcio. Divide la sua vita tra Rimini, città natale, e Bologna, città in cui frequenta la facoltà di giurisprudenza. Quando non perde tempo scrive.