Gaby Mudingayi Gaby Mudingayi Bologna FC

EX DI TURNO - Gaby Mudingayi su Lazio-Bologna: "Sarà combattuta. Le assenze di Medel e Poli si sentono"

Scritto da  Ott 23, 2020

Riscatto. E' questa la parola d'ordine per il Bologna di Mihajlovic che, dopo due sconfitte consecutive, non può più perdere punti per strada. Di fronte ci sarà una Lazio che ha perso l'ultima di A contro la Samp, ma arriva dalla vittoria di prestigio in Champions League contro il Borussia Dortmund. Abbiamo parlato del match di domani con Gaby Mudingayi, che ha vissuto esperienze importanti con entrambe le squadre.

Lazio-Bologna, il tuo derby del cuore.

"Sì esatto, Lazio-Bologna è la mia partita del cuore. Sono stato da Dio in tutte e due le squadre, ho vissuto delle esperienze fantastiche e dei momenti indimenticabili che resteranno sempre nel mio cuore".

Che gara ti aspetti?

"Sarà una partita molto combattuta, mi aspetto questo. Si affronteranno due squadre che devono necessariamente fare risultato perché in campionato non sono partite benissimo: la Lazio si è riscattata battendo il Dortmund in Champions, ma ora bisogna fare punti in Serie A".

Quanto pesando le assenze di Medel e Poli per Mihajlovic?

"Sono due calciatori molto esperti, la loro presenza in campo è fondamentale non solo per l'apporto tecnico ma anche per il loro carisma. La loro assenza peserà molto per il Bologna ma attenzione, perché a centrocampo ci sono validi sostituti in grado di prendere il loro posto nel migliore dei modi possibili".

Come ti spieghi la batosta della Lazio contro la Sampdoria?

"Fisicamente le due squadre erano sullo stesso livello,  il problema era la mentalità: la Lazio si è trovata di fronte una squadra molto più motivata che alla fine è riuscita a portare a casa un ottimo risultato".

Orsolini e Immobile sono tornati al gol. E' la strada giusta verso il riscatto personale?

"Un leggero calo fisico ci può stare, sono entrambi dei giocatori molto importanti per le proprie squadre. Cercheranno sempre di dare il massimo, sono sicuro che faranno una grande stagione".

Si è rotto qualcosa tra Inzaghi e la Lazio o è un'impressione sbagliata?

"Penso sia solo impressione. Ogni nuova stagione è accompagnata da nuove difficoltà, la squadra ha qualità e si vede, l'anno scorso ha fatto una grande stagione. Il gruppo c'è, è con il mister".

Chi vincerà domani?

"Che vinca il migliore: io sarò davanti la tv a godermi una grande partita".

 

 

Federico Calabrese

Classe 2000, studia presso l'Università di Bologna. Prima di entrare in 1000 Cuori Rossoblu ha scritto per Mondoprimavera e Jzsportnews.com. In passato ha lavorato anche con Gazzamercato, Vocegiallorossa e Numero-Diez. Ha partecipato l'anno scorso al Workshop di Giornalismo sportivo a Bologna, che ha visto docenti come Xavier Jacobelli e Alessandro Iori. Appassionato di calcio in tutte le sue sfumature, cerca il più possibile di raccontare il lato romantico dello sport, con storie che possano far emozionare.