Alé Bulåggna - Magnèr al pan con dla pazénzia

Scritto da  Ott 29, 2020

La vita del popolino nel passato era assai grama ed il bolognese che si trovava in questa situazione era molto spesso abituato a fare di necessità virtù, utilizzando spesso anche l’ironia dialettale per sostenere le situazioni non certo positive in cui si veniva a trovare. Spesso venivano inventate locuzioni per richiamare la mancanza o lo spreco di cibo, e delle difficili condizioni in cui si doveva vivere. E la frase di oggi parla proprio di questo.

Magnèr al pan con dla pazénzia

Il detto “magnèr al pan con dla pazénzia” vuole sottolineare come ci si debba armare quotidianamente di pazienza per superare momenti difficili ed ingerire bocconi amari, ed incassare sconfitte e superare “magoni”.

Spostando la frase in ambito sportivo, il tifoso rossoblù è sicuramente ormai abituato a “magnèr al pan con dla pazénzia”, sia perché ormai è abituato ad anni di magra rispetto ad un passato assai più glorioso, sia perché purtroppo molto spesso ha visto disattese alcune speranze.

La nuova politica societaria di Saputo poi, con un progetto a lungo termine che punta su giovani da valorizzare ed una lenta crescita porta ancora di più a dover “magnèr al pan con dla pazénzia”, nell’attesa che prestazioni altalenanti che uniscono ottime prestazioni a figure meno elettrizzanti, portino ad una stabilizzazione verso l’alto e ad un miglioramento della squadra.

Tutte le altre frasi della rubrica Alé Bulåggna possono essere recuperate a questo link.

Ultima modifica il Lunedì, 26 Ottobre 2020 16:49
Simone Zanetti

Appassionato di Bologna ed Archeologia, oltre a tifare Bologna FC e Fortitudo Baseball, tifa (inspiegabilmente) per il Cruz Azul.