I due marcatori di ieri, Vignato e Orsolini, esultano assieme I due marcatori di ieri, Vignato e Orsolini, esultano assieme fonte immagine: bolognafc.it

Il Resto del Carlino - Bologna FC: Avanti in Coppa, ma che fatica!

Scritto da  Ott 28, 2020

Non è stata una partita facile per il Bologna ieri, nella piuttosto silenziosa atmosfera di un Dall’Ara senza nemmeno più quei famosi 1000 spettatori che per un mese hanno avuto la possibilità alternativamente di entrare nuovamente allo stadio.

È stata una prestazione silente, anzi faticosa anche quella del Bologna: per 70 minuti i rossoblù si sono ritrovati a sbattere contro un muro di gomma. Mihajlovic si è molto arrabbiato nella prima frazione e così di fronte ad una Reggina, rimaneggiata, a cui mancavano 8 titolari di questo suo ottimo inizio di stagione in B, i rossoblù anch’essi rimaneggiati hanno faticato a sbrogliare il bandolo della matassa.

Le difficoltà della squadra, ha spiegato Miha nel post-partita, sono da analizzare in quel primo tempo, e parte della ripresa, nel quale secondo il Mister gli uomini in campo hanno avuto difficoltà a giocare coralmente, non avendolo mai fatto in precedenza e inoltre non eseguendo per bene ciò che era stato preparato nei giorni precedenti in vista proprio dell’impegno di Coppa. Solo l’ingresso in campo di Soriano e Orsolini, e il cambio obbligato di Barrow al posto di Santander hanno sbloccato una situazione che si faceva sempre più intricata. Miha nel post-partita non ha risparmiato consigli e analisi, facendo notare che, nonostante il lavoro dei giorni scorsi, si è lasciata alla squadra di Mimmo Toscano la possibilità di uscire dalla difesa palla al piede.

La squadra è stata dunque disorientata per un buon tratto di partita. Qualche seconda linea ha sfruttato bene l’occasione, qualche altra no. È il caso di Dominguez, che al netto di qualche imprecisione, è stato molto apprezzato dal Mister, che ha lo ha elogiato per l’impegno, facendo comunque intendere che dal talento del Principe si aspetta ancora di meglio. L’ha sfruttata benissimo Angelo Da Costa, che con una parata nel finale, si è guadagnato un posto “nella storia” poiché ha interrotto la famosa striscia negativa che durava tra Campionato e Coppa Italia da 39 partite.
Ora c’è da sfatare il tabù in Campionato, dove il titolare è Skorupski, a cui il messaggio nell’intervista del dopopartita sarà giunto forte e chiaro. Sinisa ha fatto i complimenti a Da Costa per la disinvoltura nel possesso del pallone. Un elemento in più utile a muovere meglio il pallone e meglio di quanto lo faccia il portiere polacco, secondo il parere di Miha, che ha invitato Lukasz a darsi da fare per migliorare anche lì dove Da Costa gli è ancora superiore.

Messaggio forte e chiaro dunque “ai naviganti”, c’è spazio e tempo per tutti purché si migliori. Ora il Cagliari per ritrovare la vittoria anche in campionato e rialzare definitivamente il morale di un avvio di stagione davvero molto difficile e sottotono.

 

Fonte: Marcello Giordano, Il Resto del Carlino

Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.