Davide Frattesi nella scorsa stagione con la maglia dell'Empoli Davide Frattesi nella scorsa stagione con la maglia dell'Empoli fonte immagine: Twitter ufficiale Empoli Calcio

La Bottega dei Talenti - Davide Frattesi

Scritto da  Nov 18, 2020

Questa sera la Nazionale Italiana si giocherà a Sarajevo l’accesso alle finali Nations League. Per quanto il prestigio e la fama della competizione siano ancora ai minimi termini, vista la recente introduzione nel calendario internazionale, è difficile nascondersi il fatto che la qualificazione per questo evento riservato a 4 delle 16 migliori selezioni nazionali d’Europa è un passaggio fondamentale per il futuro.

Futuro che è costituito anche dalla Nazionale under21, che in queste ore scende in campo contro i coetanei svedesi per il girone di qualificazione all’Europeo under 21 del prossimo anno. Nella selezione di Paolo Nicolato uno degli elementi fondamentali è Davide Frattesi, protagonista oggi de La Bottega dei Talenti. Conosciamolo meglio.

Davide Frattesi nasce a Roma il 22 settembre 1999. Comincia a giocare a calcio prestissimo e a 7 anni è già nel settore giovanile della Lazio. Con la formazione capitolina si mette in mostra sia per qualità calcistiche, che caratteriali, tanto da diventare nella stagione 13/14 capitano della formazione dei giovanissimi nazionali.

Nell’estate successiva Davide opta per un clamoroso passaggio. Dalla Lazio, di cui come detto era capitano della formazione della categoria giovanissimi, si trasferisce alla Roma. In giallorosso completa il suo percorso. Da centrocampista, nella stagione 15/16, con la formazione under 17, gioca 26 volte e segna ben 10 reti. Le sue prestazioni non passano inosservate e Alberto De Rossi il 12 dicembre gli concede anche l’esordio nella Primavera.

Nella stagione successiva, nonostante abbia solo 17 anni, De Rossi lo aggrega alla formazione primavera e gli dà immediatamente fiducia. Nel corso della stagione gioca in tutte le competizioni, compresa la Youth League. Le 38 presenze totali gli valgono anche la vittoria netta nella finale di Supercoppa Primavera e sono impreziosite da 6 gol e 4 assist, 1 gol e 3 assist di questi fatti in Youth League.

Nell’estate 2017, lo preleva dalla Roma, il Sassuolo in un pacchetto uno che comprende anche Marchizza, con una valutazione di 5 milioni. Col Sassuolo gioca nella formazione primavera, tuttavia venendo spesso aggregato alla prima squadra colleziona solo 10 presenze, segnando in tutte le ultime 4 partite disputate con la primavera.

L’estate 2018 è quella del salto definitivo tra i professionisti. Ad assicurarsi le prestazioni di Frattesi è l’Ascoli, che lo preleva in prestito. Con i bianconeri si prende la maglia da titolare e scende in campo in ben 32 occasioni, di cui 25 da titolare. Fornisce solo un assist, senza mai segnare, ma la sua stagione è nel complesso positiva.

Nella stagione 2019/20 il Sassuolo lo cede ancora in prestito in Serie B. Questa volta all’Empoli, società nota per il suo egregio lavoro coi giovani. I toscani sono tra i favoriti per la promozione, anche per l’apporto di Frattesi. Nonostante un grande inizio, e una stagione personalmente molto positiva, con 5 reti e 4 assist, l’Empoli per la maggior parte della stagione rimane in posizioni anonime della classifica, cambiando più volte allenatore.

Quest’anno, a conferma del suo talento, punta su di lui il Monza e il Sassuolo lo cede, vista l’abbondanza a centrocampo. L’inizio di stagione è buono con 5 presenze e una rete.

In Azzurro gioca fin dall’under 17. Tra l’under 17 e l’under 18 colleziona 14 presenze e due reti. Con l’under 19 invece mette assieme 20 presenze, condite da un gol e due assist. In queste 20 presenze c’è anche il Campionato Europeo di categoria del 2018, in cui Frattesi gioca tutte le partite dell’Italia, fino alla finale persa 4-3 contro il Portogallo.
Con l’under20 gioca il Mondiale 2019, terminato in quarta posizione dall’Italia. Anche in questa manifestazione segna una rete, ai quarti di finale, contro il Mali.

In under21 al finora ha collezionato 6 presenze e 2 reti, segnate proprio all’esordio.

186cm x 74kg, Frattesi è un giocatore dalla struttura fisica molto importante. Ha una muscolatura piuttosto sviluppata. Fisicamente è molto potente, e non solo è resistente ai contrasti, ma è abile in fase d’interdizione proprio per la sua struttura. Inoltre, ha buone abilità nel gioco aereo.
Talvolta, per sfruttare tutta la sua esuberanza fisica, Davide si ingobbisce e difende il pallone in maniera tanto efficace da proporsi anche per giocare di sponda in favore dei compagni.

Destro naturale è dotato di ottima tecnica individuale. Ama giocare come mezzala, sia destra che a sinistra, ma è dal settore destro che ha ottenuto le maggiori soddisfazioni, segnando anche 10 gol. Talvolta è stato utilizzato come trequartista, ma Frattesi ama partire da dietro ed inserirsi. Proprio la zona della trequarti, quella tra centrocampo avversario e difesa, è la porzione di campo che Frattesi ama di più attaccare e occupare. Da quella posizione è in grado sia di mandare i compagni in porta, sia di andare lui stesso in porta, sia con percussioni palla al piede, sia con tiri della media distanza, essendo in possesso di un ottimo tiro.

In non possesso è un giocatore molto disciplinato e grazie alla sua esuberanza fisica è in grado di fare un egregio lavoro in interdizione. Questa sua completezza gli è valsa nel corso degli anni del settore giovanile il soprannome di “nuovo Marchisio”. Effettivamente Frattesi, come l’ex calciatore della Nazionale, ha corsa, fisico, tecnica, tecnica e fiuto del gol. I due, peraltro, condividono il passaggio ad Empoli nella loro crescita come calciatori.

Frattesi al momento, secondo transfermarkt è valutato 5 milioni, ma la sua valutazione reale è decisamente più alta, almeno il doppio. Su di lui pendeva fino a pochi mesi fa una clausola di riacquisto da 10 milioni, in favore della Roma, come fu per Lorenzo Pellegrini. Dopo l’ultima estate non è stato ancora chiarito se il club giallorosso abbia rinunciato.
Difficile oggi strapparlo al Sassuolo a titolo definitivo, ma un tentativo si potrebbe fare, perché Frattesi è un potenziale crack nel suo ruolo. Intanto in neroverde, il presente si chiama Locatelli, ma il futuro è tutto di Davide Frattesi.

 

Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.