Mihajlovic: ''Domani saranno decisivi gli episodi. Sono il primo a credere alla parte sinistra della classifica'' Bologna FC

Mihajlovic: ''Domani saranno decisivi gli episodi. Sono il primo a credere alla parte sinistra della classifica''

Scritto da  Nov 21, 2020

Sinisa Mihajlovic è intervenuto oggi in conferenza stampa a Casteldebole, in vista del match contro la Sampdoria in programma domani alle 15 a Marassi.

Chi sarà a disposizione domani tra quelli che hanno recuperato dall’infortunio?
Ancora non lo so di preciso, devo fare delle valutazioni; siamo in emergenza, forse qualcuno recupererà, vediamo.

Che difficoltà si aspetta dalla gara di domani? Quanto sarà importante il lavoro sulla destra viste le assenze in difesa a sinistra nella Sampdoria?
Regini e Colley sono due ottimi giocatori, non hanno nulla da invidiare a Tonelli e Augello.
La Sampdoria è una buona squadra, si sa chiudere bene. Sanno ripartire bene, hanno un centrocampo molto fisico.
Davanti hanno giocatori pericolosi: Quagliarella, Ramirez, Gabbiadini, Candreva.
Dobbiamo giocare come sappiamo fare e mettere in pratica quello che facciamo dall’inizio del campionato, magari essendo più concentrati dietro e più cattivi davanti, così facendo si può vincere.
Saranno decisivi gli episodi e spero che noi saremo più bravi.

Nel libro che scriverà tra cinquant’anni come descriverebbe il Bologna di oggi?
Quando lo scriverò lo dirò, è ancora presto.

Come sono percepite le 40 gare consecutive in cui si è preso gol dai suoi giocatori?
Questo lo devono dire loro. A nessuno fa piacere, questo è chiaro.
Ciò significa che devono tutti dare un qualcosa in più a livello motivazionale, di cattiveria e rabbia nel non subire gol.
Noi non subiamo molto, ma alla prima occasione prendiamo sempre gol, serve anche più fortuna. Altre squadre subiscono di più, ma finiscono le partite 0-0.

Come ha ritrovato i nazionali?
Stanno tutti bene, nessuno ha preso il Covid o si è infortunato, questo è importante.
Devono riprendere il ritmo, è normale. Le partite dopo la sosta sono sempre particolari.
Bisogna riprendere da dove abbiamo lasciato.

Come gestirà il gruppo nel prossimo mese pieno di impegni?
L’abbiamo già fatto tre mesi fa. Si pensa partita per partita, cercando di recuperare gli infortunati.
Bisogna sperare di avere molti giocatori a disposizione, per cercare di ricaricare le energie.
Se questo non sarà possibile, giocheranno gli altri, serve un giusto equilibrio.
Dipenderà tutto da come e quando recupereranno effettivamente tutti gli infortunati.

Un mese per recuperare punti, come vede il mercato di gennaio?
E’ presto, pensiamo alle prossime partite.
E’ un mercato difficile quello invernale, c’è poca scelta, vediamo cosa succederà.

Come vede Dominguez? Pensa che potrà crescere anche in fase difensiva?
Se il ragazzo gioca in nazionale argentina, significa che le qualità ci sono. Lui è più adatto a giocare a tre piuttosto che a due. Sa fare tutto: interno, mediano alto e basso. Il campionato italiano è difficile, è molto fisico. Lui sa recuperare bene molti palloni. Da lui mi aspetto di più, anche se quando ha giocato ha fatto bene, però deve sfruttare meglio le occasioni. Per me è comunque un titolare.

Come sta Medel?
Si sta allenando. E’ stato fuori molto tempo. Anche l’ultima partita che ha fatto io gli avevo detto che era meglio aspettare, e poi si è fatto male. Da adesso in poi lo faccio giocare quando secondo me è pronto. Domani sarà in panchina, se ci sarà bisogno entrerà. Non voglio anticipare i tempi.

Il Bologna può arrivare nella parte sinistra della classifica? 
Io sono il primo a crederci. Anche se siamo lontani ora, ma anche l’anno scorso a quest’ora eravamo messi così e avevamo incontrato solo Roma e Lazio, quest’anno abbiamo incontrato Milan, Lazio, Napoli e Sassuolo e abbiamo avuto anche 8 infortuni.
La classifica non rispecchia le vere qualità della squadra.
Sono certo che se si lavora molto, ci si allena molto, alla fine i valori usciranno fuori i valori reali. E’ ancora preso per parlare di questo.

(Fonte: Bologna Fc)

Deborah Carboni

Aspirante giornalista sportiva con il Bologna nel cuore. Studentessa di Scienze della Comunicazione.