Andrea Poli Andrea Poli fonte immagine: Andrea Neri/ 1000cuorirossoblù.it

Il Resto del Carlino - Bologna FC, il ritorno di capitan Poli

Scritto da  Nov 25, 2020

La partita contro lo Spezia in Coppa Italia è l’occasione propizia per Sinisa Mihajlovic di ritrovare qualche uomo importante. In primis il capitano Andrea Poli. Fermo dal 28 settembre, giorno della partita vittoriosa contro il Parma, Poli si era dovuto arrendere al 64’, per il doloroso infortunio, la frattura al perone, causatagli da un durissimo intervento di Juraj Kucka.

Oggi Poli torna e non c’è notizia migliore per il Bologna, perché la sua assenza si era fatta sentire. Non può essere un caso che l’unica presenza di Poli, quella col Parma, coincida col miglior Bologna visto fin qui. Andrea ci mise del suo inibendo le linee di passaggio gialloblù e la solita dose straripante di impegno, che lo avrebbero costretto, come spesso capita, ad essere sostituito dopo qualche altro minuto.

Servirà tempo perché se la forma ottimale era da trovare allora, oggi siamo sicuramente ben lontani, anche per le caratteristiche di Poli, che spesso ci mette qualche partita a trovare la condizione migliore. Oggi inizia il percorso, importantissimo perché il Bologna ritrova il capitano, ma pure l’esperienza che forse finora era mancata sulla mediana. Gare complicate, come quella della clamorosa rimonta subita dal Sassuolo o la sconfitta di Benevento, con Poli, forse, sarebbero andate diversamente.

La sua assenza ha dato la possibilità di mettere minuti e fare un bagaglio d’esperienza a tutti gli altri centrocampisti: Svanberg, Dominguez, Schouten. Insomma, l’assenza di Poli ha forse pesato in positivo nella crescita dei giovani su cui il Bologna punta forte per il futuro.
Ma Poli non è solo sacrificio, esperienza e leadeship. In un Bologna con centrocampisti non inclini al gol, come Schouten e Svanberg (discorso diverso, discorso di modulo per Dominguez), uno come Poli, che qualche gol lo segna, è importantissimo. Finora a trascinare la vena realizzativa del centrocampo era stato Roberto Soriano, ora Poli può essere un supporto valido in questo senso. Lo scorso anno i suoi 3 gol: Pisa, Atalanta e Spal, hanno coinciso con altrettante vittorie.

Il rientro di Poli chiude un cerchio. A partire dal suo infortunio, il Bologna ha visto un susseguirsi di problemi fisici alternarsi, fino ad una vera e propria emergenza: Medel, Sansone, Mbaye, Hickey, Santander, Skov Olsen e Dijks, tutti infortunatasi in questi mesi e ora quasi tutti recuperati, in attesa solo dei lungodegenti Skov Olsen, Dijks e Santander, con quest’ultimo ancora molto lontano dal rientro. Emergenza finita, è tornato il capitano.

 

Fonte: Il Resto del Carlino, Marcello Giordano

 

Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.