Emanuel Vignato Emanuel Vignato bolognafc.it

Il Resto del Carlino - Con anche lo stop di Orsolini, Vignato e Sansone si contendono la maglia da titolare

Scritto da  Dic 03, 2020

Come dice il detto: "gente che va, gente che entra". Questo ci azzecca molto per quanto riguarda anche l'infermeria del Bologna. Ieri è tornato ad allenarsi in gruppo Skov Olsen, anche se solo parzialmente, dopo la frattura alla vertebra, rimediata con la Danimarca, che lo ha poi portato sotto i ferri. Al suo posto, in infermeria, entra Orsolini con un infortunio (lesione) alla coscia destra, che lo costringerà ad uno stop di 3-4 settimane. Il danese aveva già strappato la maglia da titolare al compagno ad inizio stagione, con un gol al Parma e un paio sfiorati a Benevento. Il tempo che Skov Olsen riprenda coordinazione e Orsolini esca dall'infortunio e i due si ritroveranno di nuovo a contendersi la titolarità ad inizio 2021, con la gara del 3 gennaio a Firenze.

Fino ad allora, Siniša dovrà fare i conti con rotazioni accorciate, in vista di Inter, Roma, Spezia, Torino e Atalanta. A contendersi il posto degli infortunati saranno in due: Nicola Sansone, quello con più esperienza e uno dei più pagati in rosa, ed Emanuel Vignato, giovane promessa classe 2000. Per Sansone sarebbe un'ottima occasione per rientrare nelle grazie di Mihajlovic, perse con l'arrivo di Barrow. L'obiettivo sarebbe di riprendersi il Bologna e ritagliarsi un'altra chance, evitando un possibile taglio in vista del mercato di gennaio. Per Vignato, invece, questa è un'ottima occasione per crescere: ogni volta che viene è stato inserito a gara in corso, anche se per pochi minuti, il ragazzo è riuscito a regalare ottime prestazioni, con gol e assist. Chissà che con più minuti in campo il giovane Emanuel non possa regalarci delle grandi emozioni. 

In ogni caso, la sfortuna di Skov Olsen e Orsolini è un'occasione per Vignato, come il ko di Dijks lo è stato per Hickey. L'ex Chievo vedrà comunque lievitare i suoi minuti di gioco, poiché davanti non basteranno solo quattro giocatori per tre maglie: Barrow, Palacio, Sansone e Vignato.

Fonte: M. Giordano - Il Resto del Carlino

 

Ultima modifica il Giovedì, 03 Dicembre 2020 10:24
Matteo Linarello

Studio Scienze della Comunicazione, gioco a baseball da quando ero “cinno” e possiedo una fede multi-sportiva legata alla mia città: Bologna.
Mi piace lo sport in tutte le sue angolazioni: vederlo, praticarlo e raccontarlo.