Mihajlović: "Non siamo stati aggressivi come al solito. Modulo? Conta l'atteggiamento" crediti immagine: bolognafc.it

Mihajlović: "Non siamo stati aggressivi come al solito. Modulo? Conta l'atteggiamento"

Scritto da  Dic 06, 2020

Sinisa Mihajlovic ha commento così il match contro l'Inter: "Non siamo stati i soliti, forse non sono stato chiaro in settimana. Ho cambiato modulo solo perché non avevo giocatori offensivi, Sansone non era disponibile, solo Vignato, che comunque gioca meglio a sinistra che a destra. Volevo i due attaccanti con un difensore in più, forse è stato recepito male il messaggio. Non eravamo venuti qui a non perdere e nel primo tempo abbiamo fatto male. Abbiamo fatto quello che si poteva fare, non giocavamo contro una squadra debole, era difficile. Il gol alla fine del primo tempo ci ha tagliato le gambe, nel secondo tempo siamo stati più aggressivi, ma abbiamo preso un altro gol dopo tre minuti dal nostro. Abbiamo fatto quello che potevamo, ho messo tre Primavera: non giocavamo contro una rappresentanza, ma con l’Inter. Era difficile, pensavo potessimo essere più aggressivi. La nostra scelta è sempre quella di pressare in avanti: abbiamo cambiato modulo, ma non dovevamo cambiare mentalità. Partendo con Vignato avrei impiegato tutti gli attaccanti senza avere a disposizione un cambio. Quando vieni a giocare con l’Inter con i Primavera non è facile fare risultato: sono contento per loro. I moduli non c’entrano niente, sono per i giornalisti: l’importante è la mentalità. Se non hai mentalità giusta e coraggio, non c’è modulo che ti fa vincere. E’ importante l’atteggiamento, quello che ci è mancato oggi, non siamo stati aggressivi: eravamo poco convinti, forse per il cambio modulo. Noi non siamo venuti qua per difendere lo 0-0, giochiamo per vincere anche con l’Inter. La talpa? Se l’avessi trovata si sarebbe saputo, l’avrei lasciata a casa. Stiamo ancora indagando, ma siamo vicini a scoprire chi è".

Ultima modifica il Domenica, 06 Dicembre 2020 07:46