Fiorentina - Prandelli: ''Bologna squadra che non molla mai. Sarà una partita davvero difficile'' fonte immagine: Twitter ufficiale ACF Fiorentina

Fiorentina - Prandelli: ''Bologna squadra che non molla mai. Sarà una partita davvero difficile''

Scritto da  Gen 02, 2021

Di seguito si riportano le parole di Cesare Prandelli, tecnico della Fiorentina, alla vigilia della gara con il Bologna.

Sulla partita di domani.
Domani dovremo avere la stessa voglia e determinazione della gara di Torino. Il Bologna è la squadra che più verticalizza nel nostro campionato, ha molte idee e un grande equilibrio; loro pressano molto. Sarà una gara veramente dura. Non voglio distrazioni dal mercato, la squadra deve essere concentrata solo sulla gara di domani.

La partita contro la Juventus ha scacciato la paura?
Si e questo ci ha dato veramente tanta consapevolezza. Ci stiamo allenando molto bene. Abbiamo acquisito molta fiducia in noi stessi.

Come sta la squadra? 
La ripresa è stata ottima, non ci sono situazioni particolari. Anche dal punto di vista mentale siamo prontissimi per affrontare il Bologna.

Su Borja Valero regista.
Con lui in quella posizione, possiamo alzare gli interni di centrocampo e gli esterni. Dobbiamo però anche tenere presente che ci sono le mosse degli avversari.

Dall’altra parte, nel Bologna, ci sarà suo figlio Nicolò, che effetto le farà?
Ci sentiamo tante volte al giorno, questa settimana ci siamo sentiti meno, anche per rispetto reciproco. Cercherò di vincere domani, e poi nel caso lo consolerò.

Sulla ripresa.
Con la ripresa c’è sempre un rischio per tutte le squadre, mi auguro di rivedere in campo la squadra che ho visto in allenamento, sono certo che mentalmente il gruppo sia già in partita.

Cosa teme di più del Bologna, visto anche che le due squadre distano un solo punto in classifica?
Temo una squadra che gioca insieme da due anni, certe situazioni sono consolidate. Loro non mollano mai, come Sinisa. La dimostrazione è la partita contro l’Atalanta, nella quale hanno recuperato due reti. Complimenti ai rossoblù. Il Bologna attacca moltissimo, con 3 o 4 giocatori più gli esterni.

Su Callejon.
E’ un giocatore dalle grandi qualità, ha grandi tempi di gioco e un ottimo sviluppo nella fase offensiva. Il sistema di gioco in questo momento lo penalizza; è difficile per me farlo andare in panchina.

Che cosa era mancato fino a questo momento a Firenze? Ci sono potenzialità inespresse?
Questa squadra deve consolidare tutte le situazioni che proviamo, serve più convinzione nel ribaltare le azioni. Bisogna dare continuità alla gara di Torino.

Ci saranno novità dal punto di vista tattico?
Non si può pensare che ogni partita sia uguale alla precedente, bisogna capire come mettere in difficoltà gli avversari.

(Fonte: ACF Fiorentina)

 

 

 

 

Deborah Carboni

Aspirante giornalista sportiva con il Bologna nel cuore. Studentessa di Scienze della Comunicazione.