Stampa questa pagina
Walter Sabatini e Sinisa Mihajlovic Walter Sabatini e Sinisa Mihajlovic Damiano Fiorentini - 1000cuorirossoblu

Sabatini: "La squadra verrà resa sempre più competitiva"

Scritto da  Gen 13, 2021

Invitato al pomeriggio di SkySport24, il coordinatore delle aree tecniche di Bologna e Montreal, Walter Sabatini è stato intervistato sul momento sportivo che stanno attraversando i rossoblu.

Il direttore apre commentando lo striscione non firmato riportato nei giorni scorsi sui social che criticava l'operato del presidente Saputo. Sabatini difende a spada tratta il presidente indirizzando al reparto sportivo della società tutte le responsabilità di questo periodo della squadra che non trova la vittoria da 8 partite. Inoltre esprime profonda stima nei confronti di Saputo dicendo che non ha mai impedito ai suoi dirigenti di portare avanti idee di mercato, anche costose, ma soprattutto ha sempre ripianato ogni bilancio negativo del club.

Dopo la parentesi sul presidente l'attenzione si è spostata verso il mercato di riparazione. La prima domanda è stata fatta sul centrocampista Mattias Svanberg, finito nel mirino del Milan. "Massara (il Milan) non me lo ha mai chiesto" ha risposto il direttore felsineo aggiungendo che è un giocatore importante per il Bologna che non vuole privarsi di nessuno dei suoi talenti. Oltre al Milan sembrano interessati allo svedese anche altri club dall'estero.

Da Svanberg alla punta, obiettivo numero uno richiesto dalla piazza felsinea. Alle difficoltà del mercato Sabatini preferisce risolvere i problemi con risorse interne, evidenziando che la squadra non ha carenze ne a livello numerico ne a livello tecnico nel reparto avanzato: "Palacio corre che è una freccia, Sansone sta recuperando, Barrow ha molto talento"; queste le sue parole alla domanda sull'acquisto di una punta. In più ha risposto ai giornalisti dicendo che la società rossoblu non si fa condizionare dai nomi che escono sui giornali, non segue le strade già battute, ma preferisce ragionare e analizzare liberamente gli obiettivi.

Riguardo al momento difficile della squadra il direttore asseconda le parole dell'altro invitato del pomeriggio di SkySport, Riccardo Cucchi. "È un campionato anomalo", dice il giornalista, e prosegue "il Bologna poteva essere visto come la sorpresa di questa stagione. Il campo ha detto altro ma sicuramente i rossoblu non ricoprono una posizione di classifica consona al valore della rosa a loro disposizione".

Nel finire dell'intervista, dopo aver difeso la squadra cancellando ogni dubbio sul positivo rendimento delle prestazioni sul campo, Walter Sabatini parla di cosa aspettarsi nel prossimo futuro. La sua concentrazione è rivolta a un costante miglioramento, come promessa alla piazza, per ottenere "i migliori risultati della sua carriera".

Un'intervista volta a difendere la figura del Presidente e a rassicurare l'ambiente felsineo evidenziando una maturazione della squadra che nonostante alcuni scivoloni, sul piano del gioco non ha mai smesso di produrre un calcio di buon livello. Walter Sabatini è sicuro: "la squadra sarà resa più competitiva anno dopo anno".

Fonte: intervista a SkySport24

Ultima modifica il Mercoledì, 13 Gennaio 2021 16:36
Marco Ugolini

Studente di Scienze della Comunicazione presso l'Università di Bologna. Appassionato soprattutto di calcio ma anche di tutti gli altri sport di squadra. Da sempre grande tifoso Rossoblu.