Il Bologna di Weisz che vinse lo scudetto nel 1936-1937 Il Bologna di Weisz che vinse lo scudetto nel 1936-1937

Resto del Carlino – Bologna, progetto in memoria di Arpad Weisz

Scritto da  Jacopo Bortolotti Gen 27, 2021

Il Bologna non dimentica. Oggi, nel giorno della memoria, il club rossoblù celebra nuovamente colui che, nel lontano 6 giugno 1937, portò il Bologna sul tetto d’Europa, dominando e battendo 4-1 il Chelsea al torneo dell’Esposizione di Parigi, Arpad Weisz. L’allenatore ungherese di origini ebraiche, ucciso insieme alla famiglia in un lager nazista, sarà l’immagine scelta per il progetto europeo “Changing the Chant”.

Il progetto, fatto in collaborazione con altri club come Feyenoord e Borussia Dortmund, è teso a educare e combattere qualsiasi forma di razzismo e antisemitismo. Weisz è l’immagine perfetta di questo progetto per la sua storia e ciò che ha rappresentato. Il Bologna, che gli ha già intitolato la curva San Luca, nella persona dell’ad Fenucci, si recherà oggi davanti alla targa posta in suo onore allo stadio Dall’ara per commemorare l’ex allenatore rossoblù. Assieme all’amministratore delegato saranno presenti l’assessore allo sport Matteo Lepore e Sherry Bloomfield in rappresentanza rispettivamente del Comune e della Comunità Ebraica.

La cerimonia sarà online sul canale Youtube del Comune di Bologna dalle 13.15.

 

Ultima modifica il Mercoledì, 27 Gennaio 2021 09:22