Sabatini: “Se fossi alla Roma prenderei Tomiyasu. Caso Dzeko? Non si degrada un capitano” Damiano Fiorentini x 1000Cuori Rossoblu

Sabatini: “Se fossi alla Roma prenderei Tomiyasu. Caso Dzeko? Non si degrada un capitano”

Scritto da  Gianluca Ciuffi Feb 09, 2021

“Ringrazio Pallotta per avermi dato l’opportunità di lavorare per la Roma”. Queste le parole di Walter Sabatini, attuale direttore dell'area tecnica del Bologna, nell'intervista esclusiva per Teleroma 56. Tanti i temi toccati dall’ex dirigente giallorosso, dal caso Dzeko-Fonseca, passando per Tomiyasu, fino ad arrivare ad un possibile interessamento dei felsinei per Javier Pastore.

Sul caso Dzeko: ”Edin? Sono di parte perché l'ho preso io. Vedere trattato Dzeko con un'ironia grossolana. È un professionista eccezionale, con una grande educazione. Non ha mai creato problemi e non può crearne. Se c'è stato un diverbio da spogliatoio non ci possono essere conseguenze così importanti. Ricordo che in due anni è stato ceduto quattro volte. E per quattro volte ha deciso di restare alla Roma. È il capitano, ha realizzato oltre 100 gol, a che cosa tende questa storia di Dzeko? Perché ci deve essere un'autodistruzione di tutto l'ambiente per una presa di posizione di un allenatore seppur bravo? Gli allenatori a volte prendono queste decisioni per aumentare il loro carisma nello spogliatoio, ma le cose devono finire in fretta e bisogna tornare alla normalità. A meno che Dzeko non sia stato così sleale e cattivo da non poter tornare indietro. Io, che conosco lo spogliatoio e il dopo-gara, so che non può essere successo qualcosa di così grave da levare un giocatore così forte. Questa faccenda va risolta in maniera definitiva e gli va ridata la fascia. Non si degrada un capitano, a meno che non si commetta un omicidio".

Su Tomiyasu: “Chi prenderei dal Bologna fossi alla Roma? Ce ne sono tanti. Tomiyasu lo prenderebbero in molti, ma la Roma non è interessata. Abbiamo quattro giocatori che potrebbero piacere a chiunque”.

Sull’interessamento del Bologna per Pastore: “Non bisogna mancare di rispetto a Pastore, senza guai fisici è un incanto. Spero che possa tornare, ma quando un giocatore perde anni di attività è improbabile che torni ad alti livelli. Quando ha giocato ha fatto vedere chi è Pastore, mi dispiace tantissimo, avrebbe potuto deliziare i tifosi”, come riporta TMW.

Ultima modifica il Martedì, 09 Febbraio 2021 11:48