Benevento - Inzaghi: ''Dei rossoblù temo molto Soriano. E' sempre un piacere ritrovare il Bologna'' FanPage.it

Benevento - Inzaghi: ''Dei rossoblù temo molto Soriano. E' sempre un piacere ritrovare il Bologna''

Scritto da  Feb 11, 2021

Oggi, vigilia di Bologna-Benevento, ha parlato in conferenza stampa il tecnico dei campani, Filippo Inzaghi, che domani tornerà al Dall’Ara.
Ecco le sue parole.

Gaich e Moncini hanno recuperato? Sono a disposizione?
''Si, credo che saranno convocati entrambi, di certo non sono ancora al massimo della forma, ma saranno altre frecce in più nel nostro arco''.

Domani c’è la possibilità di vedere un centrocampo formato da Hetemaj, Schiattarella e Viola?
''Si è una possibilità, abbiamo fuori Improta e Ionita. Abbiamo a disposizione anche Tello e Dabo, tre giocheranno e due entreranno a gara in corso''.

Come sceglierà chi giocherà in difesa? Influirà la disposizione offensiva degli avversari?
''Degli avversari mi interessa poco, il titolare era Caldirola fino a che non si è infortunato. Tuia lo ha sostituto bene, domani giocherà chi dei due vedo più in forma''.

Si potrebbe vedere Viola mezzala Iago Falque sulla trequarti?
''Mi dispiace aver fatto giocare poco Iago, ma in alcune partite è opportuno fare determinate valutazioni. Sta meglio rispetto a qualche tempo fa, e domani potrebbe anche partire titolare, o subentrare a partita in corso, non ha ancora i 90 minuti nelle gambe''.

Barrow punta centrale potrebbe essere un pericolo in più vista vista la sua velocità?
''Non possiamo pensare a un giocatore solo, il Bologna non è solo Barrow, ci sono anche Soriano, Sansone, Orsolini, Palacio.. Sono tutti dei pericoli. Se ce l’avessero detto a inizio anno che ci saremmo trovati a pari punti con il Bologna non ci avrebbe creduto nessuno, per me è motivo di soddisfazione, loro hanno molta qualità. All’andata abbiamo fatto una bella partita, anche soffrendo, ce la possiamo giocare contro chiunque''.

Possibile un tridente offensivo formato da Iago Falque, Caprari e Lapadula?
''Dipende da come stanno, in questo momento devo valutare la forma fisica di ognuno, tre giocheranno dall’inizio e tre subentreranno''.

Il giocatore che teme di più nel Bologna?
''Dico Soriano, è il faro della squadra. Arrivò poche partite prima che io me andassi, lui e Sansone li avevo voluti fortemente io. Soriano ha raggiunto anche la Nazionale. In generale il Bologna ha tanti giocatori pericolosi, specialmente nel reparto avanzato''.

Domani tornerà al Dall’Ara due anni dopo, che effetto le fa ritrovare il Bologna?
''E’ sempre un piacere per me. La gente e la società mi hanno sempre voluto bene ed erano dispiaciuti di come sono andate le cose. Se non ci fosse stato Bologna, probabilmente non sarei neanche arrivato a Benevento. Mi dispiace che non ci sia il pubblico, che mi ha sempre sostenuto, anche quando le cose non andavano bene. Sono contento che stia facendo bene il Bologna, e che abbia in panchina Sinisa, un grande tecnico. Domani io e il Bologna saremo avversari per 90 minuti, ma sono certo che l’affetto reciproco ci sarà sempre''.

(Fonte: Sito ufficiale Benevento)

Deborah Carboni

Aspirante giornalista sportiva con il Bologna nel cuore. Studentessa di Scienze della Comunicazione.