Nicola Sansone Nicola Sansone Bologna Fc

Resto del Carlino – Sansone non basta, pari contro il Benevento

Scritto da  Alessandro Lunari Feb 13, 2021

 

 

Neve e imprecisione bloccano il Bologna sull’1-1 contro il Benevento al Dall’Ara. Sfuma così l’aggancio all’undicesimo posto che sarebbe stato un salto importante per la classifica e per le ambizioni dei rossoblù che invece rimangono impantanati nelle retrovie della classifica con al momento una partita in più.

Dopo il netto successo contro il Parma al Tardini, la squadra di Sinisa Mihajlovic non riesce a ripetersi e a dare continuità alla convincente prestazione del precedente turno di campionato. Tante le occasioni sprecate che non permettono al Bologna di fare il tanto sperato salto di qualità: Tomiyasu, Sansone, Barrow, anche Poli nel finale. Nessuno di loro è riuscito a siglare la seconda rete che avrebbe di fatto indirizzato la partita. Il Bologna raccoglie meno di quanto seminato complice la sfortuna, il campo pesante che non agevola di certo il gioco palla a terra ma soprattutto la poca incisività negli ultimi 16 metri, come riporta Marcello Giordano nell’articolo di stamane. Rossoblù spreconi che vengono puniti con il tacco del capitano dei campani, Nicolas Viola dopo un errore da matita blu di Skorupski: il polacco si fa scivolare il pallone dalle mani sul cross di Hetemaj e regala il gol del pareggio. Macchia così una prova più che sufficiente dopo esser stato autore di parate eccezionali contro lo stesso Viola o l’irrequieto Lapadula.

La nota positiva del match contro la squadra dell’ex Pippo Inzaghi è sicuramente il ritorno al gol di Nicola Sansone che non segnava dall’8 dicembre 2019. Nemmeno un minuto dal fischio d’inizio che il Bologna è già avanti con uno dei protagonisti di un’insperata salvezza di qualche stagione fa, assieme all’altro elemento ormai imprescindibile Roberto Soriano. Il numero 10 sembra aver superato definitivamente la serie di infortuni che nell’ultimo anno e mezzo lo ha tenuto troppo spesso ai box. Ovvio che debba ancora ritrovare una condizione fisica ottimale, così come quella brillantezza che in più occasioni ha dato seguito a colpi di genio e gol spettacolari. Serviranno minuti nelle gambe e prestazioni convincenti, magari partendo già dal prossimo match contro la sua ex squadra, il Sassuolo.

Fonte: Resto del Carlino, articolo di Marcello Giordano

Ultima modifica il Sabato, 13 Febbraio 2021 09:07