Marcos Senesi in azione con la maglia del Feyenoord Marcos Senesi in azione con la maglia del Feyenoord fonte immagine: Twitter ufficiale Feyenoord

La Bottega dei Talenti - Marcos Senesi

Scritto da  Feb 17, 2021

La prossima estate il Bologna dovrà necessariamente riflettere sulle prospettive del suo pacchetto di difensori centrali. Con Danilo ormai sul viale del tramonto, Soumaoro e Antov in prestito e Tomiyasu in rampa di lancio, il reparto sarà completamente da rifondare dalle fondamenta.
Per questo sarà importante investire in maniera ingente sul mercato per acquisire almeno un altro centrale, magari di prospettiva, facendo molta attenzione allo scouting dei giocatori provenienti dall’estero.

La conferma di uno scacchiere tattico che vede i rossoblù giocare un calcio offensivo, potrebbe portare la dirigenza rossoblù a scegliere la via della ricerca di un calciatore molto aggressivo, in grado di giocare con tanto campo alle sue spalle e abile nell’impostazione per sopperire al possibile addio del centrale brasiliano.

Uno dei profili emergenti che risponde a queste caratteristiche, in Europa, è quello di Marcos Senesi, calciatore argentino in forza al Feyenoord. Prezzo ancora contenuto, e giovane età fanno del calciatore sudamericano un centrale che con uno sforzo economico potrebbe fare al caso del Bologna. E noi ve lo presentiamo tramite la nuova scheda de La Bottega dei Talenti.

Marcos Nicolás Senesi Barón, semplicemente noto come Marcos Senesi, nasce nella città di Concordia, nella provincia dell’Entre Rios, sulle rive del fiume Uruguay, il 10 maggio 1997.
La sua trafila nel settore giovanile comincia nel 2009, quando a 12 anni, arriva a Buenos Aires per giocare col San Lorenzo de Almagro.
Gioca in tutte le categorie, mostrando subito grande talento sia dal punto di vista tattico che tecnico.
Nella stagione 2016/17 trova finalmente spazio nella prima squadra del San Lorenzo. Con il Ciclón disputa 11 partite nella Superliga argentina, quasi tutte da titolare. Inoltre, fa anche due apparizioni in Libertadores sempre con la maglia della squadra della capitale.

Nella stagione 2017/18, il suo ruolo nel San Lorenzo rimane il medesimo. Marcos è tra le prime alternative della rosa per il reparto dei centrali. In campionato gioca 13 volte, di cui appena 4 da titolare, trovando tuttavia la prima rete da professionista, e anche il primo assist. Inoltre, colleziona 6 presenze durante il percorso del San Lorenzo nella Copa Sudamericana, competizione nella quale è titolare fisso e che per il club di Buenos Aires si interromperà negli ottavi di finale contro il Nacional di Montevideo.

La stagione 2018/19 è quella della svolta e dell’affermazione. Marcos è titolare fisso al centro della difesa del Ciclón. In Superliga gioca 23 tutte da titolare, vestendo una volta anche la fascia da capitano.
Gioca anche in Copa Libertadores, fino agli ottavi, quando il San Lorenzo viene eliminato dal Cerro Porteño, e inoltre colleziona 3 presenze anche tra Copa Argentina e Copa de la Superliga.

Nell’estate 2019 comincia la stagione con il San Lorenzo, titolare in tutte le prime 4 partite della stagione. Il 2 settembre 2019 tuttavia lascia l’Argentina per trasferirsi in Europa. Ad assicurarselo è il Feyenoord per una cifra intorno ai 7 milioni di euro.
A Rotterdam, dopo un periodo di ambientamento, da novembre è titolare fisso della formazione biancorossa. La squadra è protagonista di una buona stagione, tuttavia a marzo, a causa della pandemia, la stagione del calcio olandese si interrompe, lasciando le competizioni senza conclusione e verdetti. Nelle 29 presenze stagionali, per Marcos c’è anche l’esordio a livello internazionale in Europa League e 3 gol (2 in Coppa Nazionale e uno in campionato), che ne esaltano la buona confidenza con il gol.

Nella stagione in corso, 2020/21, il centrale argentino è titolarissimo nel Feyenoord in tutte le competizioni, per un totale di 27 presenze stagionali, di cui ancora 5 in Europa League. In campionato inoltre si è reso ancora protagonista con 2 reti e 2 assist.

Con la Nazionale ha giocato finora solo nella rappresentativa under20, con la quale ha all’attivo 3 presenze e una rete, tutte collezionate durante la deludente spedizione albiceleste del mondiale di categoria del 2017, durante il quale la Selección è uscita durante il girone eliminatorio.
Inoltre, ha una presenza nella rappresentativa under23, data 4 settembre 2019, rappresentativa con la quale dovrebbe presumibilmente partecipare al torneo Olimpico di Tokyo.
Finora invece, nonostante la storica carenza nel reparto difensivo e l’attuale situazione difficile della Nazionale argentina, Senesi non è mai stato convocato nella Nazionale maggiore.

185 cm x 80 kg. Marcos ha un fisico asciutto e una muscolatura ben sviluppata sia negli arti inferiori, che negli arti superiori. Dotato dunque di una struttura fisica molto importante; Senesi è in possesso di una notevole forza fisica, un ottimo stacco di testa e nonostante l’imponente fisico di una buona agilità e rapidità negli spazi stretti.

Mancino naturale, è dotato di una buona tecnica individuale. Mancino e bravo tecnicamente, Senesi rappresenta un profilo molto interessante sul mercato, poiché queste sue caratteristiche sono molto ricercate tra i difensori centrali.

Grazie alle sue doti tecniche, Marcos è un centrale a cui viene richiesto un gran lavoro nell’impostazione della manovra. L’impostazione del gioco del Feyenoord passa spesso da suo sinistro, col quale gioca il pallone in maniera precisa, oppure avanza palla al piede mostrando molta confidenza col pallone tra i piedi.
Il suo mancino molto educato è in grado di giocare la palla sia sul corto che sul lungo, trovando spesso tracce verticali, con una visione di gioco da centrocampista.
Inoltre, col suo sinistro spesso ha trovato reti di pregevole fattura dalla lunga distanza.

Insuperabile nel gioco aereo, le sue caratteristiche migliori in fase difensiva sono sicuramente l’anticipo e l’1 contro 1. Ovunque ci sia da temporeggiare o leggere in anticipo la giocata dell’avversario, intervenendo col tempismo giusto sul pallone, Senesi eccelle.
Queste caratteristiche e una buona velocità, gli consentono di giocare sempre in maniera molto aggressiva, cercando sempre di trovare una giocata in proiezione offensiva.

Senesi ha tuttavia ancora molto da imparare per una maturazione definitiva. Infatti, ancora oggi spesso risulta troppo irruento, affidandosi in maniera esagerata alla sua capacità di intervenire sempre al momento giusto. In area di rigore, a dispetto della sua straordinaria capacità di lettura del gioco e dell’occupazione degli spazi, deve ancora migliorare sotto l’aspetto mentale per non incappare in qualche brutto errore, soprattutto in marcatura.

Senesi è sicuramente uno dei migliori talenti dell’Eredivisie, ma nonostante le sue prestazioni abbiano raggiunto ottimi livelli, la poca visibilità in campo europeo del Feyenoord influenza la sua valutazione sul mercato. Se il sito transfermarkt gli attribuisce un valore di mercato di 18 milioni di euro, il club di Rotterdam ha finora chiesto solo 15 milioni, una cifra evidentemente abbordabile per tanti club, soprattutto a condizioni di acquisizione vantaggiose come un prestito con diritto o obbligo di riscatto. L’argentino inoltre ha un ingaggio ancora molto basso, e dunque si tratta di un calciatore davvero molto appetibile per diversi club, con diverse disponibilità economiche.

Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.