Valentin Antov Valentin Antov Bologna FC

il Resto del Carlino - Aria di debutto per Antov

Scritto da  Mar 02, 2021

Mihajlovic, dopo la gara contro la Lazio, si era reso conto che l'unico centrale che gli resta a disposizione in vista di Cagliari è Antov. Il serbo, però, non sceglie mai per esclusione ma per convinzione ed ecco che entra in gioco un altro fattore fondamentale: la condizione. Medel e Dijks sono di nuovo in gruppo, resterà da verificare la loro tenuta con pochissimi allenamenti sulle gambe. Ritorniamo ad Antov: il giovane centrale ieri è stato provato da titolare e, dopo quattro panchine di fila, finalmente per lui potrebbe esserci la grande occasione. Segni del destino? Chissà: la Brexit ha ostacolato il trasferimento del bulgaro all'Arsenal, ora è in Italia e domani, per lui, potrebbe esserci il primo vero esame.

A prescindere da domani, per Antov sarà un mese pieno. Il 28 di questo mese, a Sofia, è in programma Bulgaria-Italia per le qualificazioni Mondiali: il difensore potrebbe ritrovarsi contro Orsolini e Soriano, sempre che il ct bulgaro lo convochi. Proprio Yasen Petrov qualche tempo disse: "E' un bene che Antov sia arrivato in Serie A, spero che con il Bologna possa giocare". E' una speranza comune, è ciò che vuole anche Antov, che al Bologna è costato 500 mila euro di prestito con diritto di riscatto a 3,5 milioni e che diventerà obbligo se il ragazzo dovesse giocare almeno 8 spezzoni da mezz'ora. E' una storia tutta da raccontare, e la prima pagina potrebbe essere scritta proprio domani.

Fonte: il Resto del Carlino - Massimo Vitali

Federico Calabrese

Classe 2000, studia presso l'Università di Bologna. Prima di entrare in 1000 Cuori Rossoblu ha scritto per Mondoprimavera e Jzsportnews.com. In passato ha lavorato anche con Gazzamercato, Vocegiallorossa e Numero-Diez. Ha partecipato l'anno scorso al Workshop di Giornalismo sportivo a Bologna, che ha visto docenti come Xavier Jacobelli e Alessandro Iori. Appassionato di calcio in tutte le sue sfumature, cerca il più possibile di raccontare il lato romantico dello sport, con storie che possano far emozionare.