Cagliari - Semplici: ''Il Bologna ha messo in difficoltà qualsiasi squadra. Sarà una gara difficile'' crediti immagine: Cagliari Calcio

Cagliari - Semplici: ''Il Bologna ha messo in difficoltà qualsiasi squadra. Sarà una gara difficile''

Scritto da  Mar 02, 2021

Oggi, vigilia di Cagliari-Bologna, è intervenuto in conferenza stampa Leonardo Semplici.
Di seguito si riportano le sue parole.

Chi giocherà domani?
Valuteremo chi ha recuperato pienamente dalla partita di domenica. Chi giocherà deve poter avere i 90 minuti nelle gambe ed essere al meglio, vista l’importanza della partita.

Chi sostituirà Lykogiannis?
Sia Tripardelli sia Asamoah sono pronti per domani, ma ho anche altre alternative.

Quanto è stato importante non subire gol con il Crotone?
E’ stato importante finalmente tenere la porta inviolata.
Non mi è piaciuto il modo in cui abbiamo approcciato alla gara domenica, eravamo troppo timorosi. Invece, quando siamo rimasti in inferiorità numerica abbiamo dimostrato di saper soffrire. Se metteremo sempre in campo questa determinazione, centreremo l’obiettivo.
E’ stato importante vincere domenica, ma la strada è ancora lunga.

Che Cagliari aspettarsi?
Cerco di far giocare la squadra in maniera propositiva.
Chiedo che tutta la squadra venga coinvolta in fase di non possesso, e che l’attenzione sia sempre alta. 

Cosa teme del Bologna?
Il Bologna vive un ottimo momento di forma, ha grandi valori dal centrocampo in su.
Ha messo in difficoltà qualsiasi squadra che ha incontrato.
Magari loro non sono molto continui nei risultati, ma hanno ottimi giocatori.
Hanno qualità in tutte le zone del campo, sono bravi a pressare alti, e poi rubarti palla e ripartire.
Bisogna stare attenti allo sviluppo dell’azione con le coperture preventive, dobbiamo giocare in maniera semplice.
Sarà una partita molto difficile, ma dobbiamo provare a mettere in campo le nostre qualità.
Dobbiamo essere un Cagliari più aggressivo e determinato.
Grande rispetto per il Bologna, ma ho molta fiducia nei miei giocatori.
Ho intravisto nei miei giocatori quelle qualità che ci potranno permettere di raggiungere i nostri obiettivi.

Quanto pesa l’assenza del pubblico?
Sotto la curva piena di gente i giocatori riescono sempre a dare qualcosa in più, quindi pensa tantissimo l’assenza dei tifosi sugli spalti.

Cosa ha portato dal punto di vista umano?
Dovevo portare loro forza e serenità, dovevo far capire che c’è qualcuno in panchina che crede nelle loro qualità, così che loro possano esprimersi in maniera più serene e propositiva.
Loro devono pensare poco alle partite passate, questo cerco di infondere.
Chiedo loro di mettere in campo gli aspetti in cui si riconoscono, senza inventarsi nulla.

(Fonte: Cagliari Calcio)

Deborah Carboni

Aspirante giornalista sportiva con il Bologna nel cuore. Studentessa di Scienze della Comunicazione.