Il Resto del Carlino - Il Bologna gioca il jolly Sansone Damiano Fiorentini - 1000cuorirossoblù

Il Resto del Carlino - Il Bologna gioca il jolly Sansone

Scritto da  Mar 29, 2021

Come sottolinea Massimo Vitali alle colonne del Resto del Carlino, nel buon girone di ritorno che sta disputando il Bologna c'è un uomo che si è messo in luce più di tutti: Nicola Sansone. Dopo un 2020 caratterizzato da infortuni e da un rendimento deludente, il numero 10 rossoblù sta pian piano tornando ai suoi standard, gli stessi per cui i rossoblù sborsarono 7.5 milioni due stagioni fa. 

Nelle 70 partite disputate sotto le due torri, Nicola ha messo a segno soltanto 10 reti; tuttavia, l'esterno italo-tedesco si è dimostrato di un'importanza fondamentale per gli equilibri della squadra. Lo confermano le ultime 11 uscite, nelle quali il Bologna ha raccolto 17 punti; oltre ad aver messo a segno due gol e due assist, Sansone ha messo in luce tutta la sua duttilità ed il suo spirito di sacrificio. Esterno sinistro, difensore aggiunto, rifinitore, trequartista: se sta bene è difficile farne a meno.

Lo sa bene Mihajlovic, pronto a schierarlo da titolare contro l'Inter. L'assenza di Palacio infatti, dovrebbe riportare Musa Barrow al centro dell'attacco, con Sansone ed uno tra Orsolini e Skov Olsen ad agire sugli esterni. E attenzione, perchè quando sente aria di big il numero dieci si esalta: Milan, Inter, Juve, Napoli, Roma, Lazio...l'italo-tedesco in carriera le ha castigate tutte. Nerazzurri in particolare, con il quale è riuscito ad andare in gol ben 4 volte. Ma c'è un altro dato interessante: negli ultimi 9 precedenti con l'Inter, l'esterno di Mihajlovic ha raccolto uno score niente male: 3 sconfitte, 1 pareggio, 5 vittorie. Chissà che sabato non possa arrivare la sesta...

Massimo Vitali - Il Resto del Carlino

Francesco Bianchi

Francesco Bianchi nasce nel dicembre 1999 e si ammala di calcio. Divide la sua vita tra Rimini, città natale, e Bologna, città in cui frequenta la facoltà di giurisprudenza. Quando non perde tempo scrive.