Lorenzo Pirola Lorenzo Pirola fonte immagine: FC Inter

La Bottega dei Talenti - Lorenzo Pirola

Scritto da  Apr 01, 2021

Il Bologna è alla ricerca di profili adatti alla sua politica di costruzione della rosa per la prossima stagione. Per questo sta cercando calciatori di diverse fasce d’età. In difesa un probabile addio di Danilo e Medel con la permanenza di Antov e Soumaoro sta spingendo la dirigenza a cercare a cercare nuovi difensori centrali sui quali puntare per essere valorizzati.

Nelle ultime settimane le indiscrezioni hanno accostato alla maglia rossoblù Lorenzo Pirola, giovanissimo difensore centrale, proprietà Inter, attualmente in prestito al Monza in Serie B. Pirola in questi giorni è stato uno dei protagonisti del cammino della Nazionale under21 verso la fase a eliminazione diretta, prevista poi tra il prossimo 31 maggio e il 6 giugno.

Ve lo presentiamo in questo appuntamento con La Bottega dei Talenti.

Lorenzo Pirola nasce a Carate Brianza il 20 febbraio 2002. Inizia prestissimo a giocare a calcio, ma durante i suoi anni di formazione cambia spesso società. Inizia a 6 anni con la Casatese di Casatenovo in provincia di Lecco. Successivamente passa al Missaglia, sempre in provincia di Lecco, dove rimane 4 anni. Nel 2013 gioca nella COSOV Villasanta, in provincia di Monza Brianza. Anche qui rimane brevemente, un solo anno prima di tornare in provincia di Lecco e giocare la Luciano Manara.
Nel 2015, finalmente la grande chiamata, Pirola approda nel settore giovanile dell’Inter. Qui inizia il percorso in uno dei migliori vivai calcistici d’Italia.

Gioca con la maglia nerazzurra fin dall’under 14. Nel 2017, a 15 anni, entra far parte in pianta stabile dell’Under 17 nerazzurra.  La squadra allenata da Zanchetta disputa un ottimo campionato inserita nel girone B del campionato. Nella fase finale è costretta ad arrendersi subito, ai quarti, sconfitta dalla Juventus. Personalmente colleziona 17 presenze e segna anche due reti.

Nella stagione 18/19, Pirola è un titolare fisso dell’under 17 nerazzurra e talvolta gioca anche con la formazione Primavera. Con la formazione under 17, dopo un’ottima prima fase, raggiunge i playoff e arrivata in finale l’Inter, si aggiudica il Campionato Under17 di Serie A e B battendo la Roma. Successivamente i nerazzurri vinceranno anche la Supercoppa under17 contro i vincitori del Campionato Under17 di LegaPro, il Pordenone.

Nella scorsa stagione, Pirola è diventato uno dei giocatori principali della Primavera di Armando Madonna. Tuttavia, a causa della pandemia covid la stagione del calcio giovanile, come noto, non si è conclusa. Dopo 16 presenze nel Campionato Primavera e 4 in Youth League, a gennaio e dopo il rientro dal lockdown Lorenzo è stato più volte convocato in prima squadra da Antonio Conte, che il 16 luglio gli ha anche concesso 10 minuti per esordire in Serie nella sfida vinta dall’Inter contro la SPAL per 4-0.

Il 5 ottobre 2020, nelle ultime ore di mercato è andato a rinforzare il Monza in prestito, squadra tra le favoritissime per la promozione in Serie A. Agli ordini di Christian Brocchi, la prima parte di stagione è difficilissima. Pirola ha giocato solo due volte: le uniche due presenze sono quelle in Coppa Italia contro SPAL E Pordenone. L’esordio in Serie B arriva il 22 dicembre da subentrante.
Solo nelle ultime settimane Pirola si è guadagnato un posto da titolare, collezionando 5 presenze, tutte da titolare.

Con la maglia azzurra della Nazionale ha giocato fin dall’under 15, fino all’under 18. In particolare, con l’under17 ha giocato 22 volte e segnato 2 gol, giocando anche l’Europeo di categoria, nel quale ha giocato tutte le partite fino alla finale persa contro l’Olanda 4-2. Nel 2019, oltre all’Europeo, ha giocato anche il Mondiale under 17, nel quale l’Italia si è fermata ai quarti perdendo contro il Brasile 2-0.
Con l’under 21 ha esordito solo qualche mese fa, durante una delle ultime partite di qualificazione, contro l’Irlanda. La seconda presenze l’ha collezionata nel finale della recente sfida con la Slovenia, che ha regalato agli Azzurrini la qualificazione ai quarti dell’Europeo.

186cm x 72kg, Pirola ha un fisico longilineo, e con una struttura muscolare già ben strutturata e sviluppata. Dotato di grande forza fisica, e ottima velocità sul lungo, tuttavia risulta decisamente più macchinoso sul breve, difetto che riesce però a mascherare grazie al suo innato senso tattico.
Grazie a questa importante struttura fisica, Pirola è anche molto abile ed efficace nel gioco aereo; all’interno dell’area di rigore, nella fase di difesa posizionale, è in grado di dominare il gioco aereo.

Mancino naturale, Pirola è un difensore centrale moderno, abile nell’anticipo, fondamentale nel quale eccelle grazie ad un’ottima lettura del gioco e una prorompente forza fisica. Il senso dell’anticipo è coniugato ad una intelligenza tattica fuori dal comune. Pirola infatti consapevole delle sue carenze negli spazi bravi è in grado di anticipare le mosse dell’avversario, posizionandosi sempre nella maniera giusta per non farsi cogliere impreparato da eventuali finte avversarie.

Questo ottimo tempismo sull’anticipo lo mette in mostra anche in altri fondamentali del gioco come il tackle, infatti in questo particolare elemento del gioco è sempre molto efficace, e riesce quasi sempre ad intervenire sul pallone in maniera puntuale e pulita. Talvolta anche prendendosi qualche rischio di troppo all’interno dell’area di rigore.

Dal punto di vista tecnico Pirola è anche piuttosto acerbo, ha tuttavia ampi margini di miglioramento perché, consapevole dei propri limiti, non si avventura in dribbling o passaggi rischiosi.
Inoltre ha ancora qualche difficoltà nella marcatura stretta; a causa forse della ancora giovanissima età Pirola non ha ancora la costanza per rimanere concentrato all’interno della partita, un difetto normale per un giovane difensore centrale.
Il passaggio intermedio al Monza e in un campionato duro come la Serie B può certamente farlo crescere e la titolarità trovata nell’ultimo periodo, se mantenuta con costanza potrebbe farlo crescere rapidamente.

Pirola, difensore centrale mancino, avrebbe difficoltà ad inserirsi e crescere nell’Inter perché in nerazzurri nella stessa posizione e con caratteristiche simili hanno Alessandro Bastoni, anche lui ancora molto giovane e già nel giro della Nazionale. Per questo e per le questioni societarie i nerazzurri potrebbero pensare ad una cessione definitiva del calciatore. Per lui, come anche per Lucien Agoumé si è fatto avanti il Bologna.
Su Pirola però c’è lo stesso Monza, che convinto dalle qualità di Lorenzo, in casa di Serie A potrebbe mettere sul piatto della trattativa un’offerta anche superiore ai 10 milioni. Asta aperta, col Bologna molto attento su uno dei migliori talenti difensivi del panorama italiano.

Ultima modifica il Giovedì, 01 Aprile 2021 19:50
Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.