Roberto Soriano Roberto Soriano Damiano Fiorentini x 1000Cuorirossoblu.it.it

Corriere di Bologna - Covid fra i nazionali, le condizioni di Soriano e Skorupski

Scritto da  Francesco Bernardi Apr 07, 2021

 

 

 Il focolaio Covid scoppiato nel ritiro degli Azzurri durante il weekend dedicato alle nazionali tiene in scacco mezza Serie A, tra cui anche il Bologna. Roberto Soriano ha preso parte all’ultimo raduno della Nazionale italiana all’interno del quale si sono già verificati sette casi di contagio daCoronavirus. Come riportato dal Corriere di Bologna il centrocampista è risultato negativo al tampone rapido svolto nella giornata di ieri, mentre è atteso per oggi l’esito del test molecolare.
 
Il numero di contagiati è salito nelle ultime ore andando a comprendere lo juventino Bernardeschi ed il portiere del Cagliari Alessio Cragno, oltre a diversi componenti dello staff tecnico di Coverciano ed ad alcuni dirigenti della Federazione. A temere per la situazione che si sta delineando non sono solo le società che hanno prestato i propri calciatori alla Nazionale, ma tutte le squadre ad aver affrontato nell’ultima giornata di campionato formazioni che hanno schierato almeno un giocatore convocato da Mancini. In questo modo, con diversi atleti riscontrati positivi dopo aver partecipato all’ultimo turno di Serie A, lo spettro del contagio aleggia su tutte le squadre.
Lo stesso Bologna sabato sera ha affrontato i nazionali Bastoni e Barella nella sfida all’Inter; entrambi i nerazzurri sono risultati negativi in seguito ai tamponi effettuati in vista del recupero contro il Sassuolo.
 
Proprio il club neroverde si è resto protagonista di una ammirevole strategia di prevenzione in occasione del turno pasquale di campionato. De Zerbi ha infatti rinunciato agli azzurri Ferrari e Locatelli nella gara casalinga contro la Roma, oltre al turco Muldur, figurante fra i convocati della propria nazionale al cui interno si sono verificate diverse positività.
Il Sassuolo non è certamente la prima squadra a rinunciare nell’ultimo anno ad alcuni calciatori in isolamento. A destare clamore è il fatto che il provvedimento sia stato preso dalla stessa società, senza imposizione da parte di alcun ente sanitario o federale, che ha deciso, per tutelare i propri giocatori e gli avversari, di fare a meno di tre titolari.
 
Per la stessa ragione il Bologna sta monitorando quotidianamente le condizioni mediche di Soriano e nel frattempo vengono messe in pratica le massime precauzioni. Il calciatore dal rientro dalla Nazionale ha svolto gli allenamenti in gruppo, ma si è sempre cambiato in uno spogliato separato rispetto alla squadra; cautela che verrà mantenuta fino all’incontro di domenica. Nel frattempo si sta sottoponendo a continui tamponi, in misura superiore a quelli previsti dal regolamento. Soriano svolge un test rapido al giorno, divenuti due nella giornata di sabato: il primo quattro ore prima di Bologna-Inter, il secondo dopo la gara.
 
Mettendo in atto queste contromisure il Bologna spera di limitare ad uno il numero di contagiati in occasione dei raduni delle nazionali. L’unico calciatore risultato positivo è stato Skorupski, il quale fortunatamente si è negativizzato nelle ultime ore ed già rientrato in città; dopo aver svolto la visita di idoneità sportiva potrà riunirsi alla squadra.
 
Il Covid è stato meno clemente nei confronti dei ragazzi della primavera rossoblù, i quali rimangono in quarantena insieme allo staff tecnico per decisione dell’Asl di Bologna. Per questo motivo la gara di campionato primavera contro la Lazio, in programma per venerdì pomeriggio, verrà rinviata.
 
Completano il bollettino medico rossoblù gli aggiornamenti sulle condizioni di Medel, fermo ai box per una lesione al polpaccio della gamba destra, e di Tomiyasu, per il quale Mihajlovic può tirare un sospiro di sollievo. Il difensore giapponese non ha subito lesioni muscolari, riportando un semplice affaticamento. Le sue condizioni saranno valutate quotidianamente, ma nella peggiore delle ipotesi verrà sollevato dall’impegno contro la Roma per potersi ripresentare in distinta già la settimana successiva.
 
Fonte: Il Corriere di Bologna
Ultima modifica il Mercoledì, 07 Aprile 2021 10:25