Stampa questa pagina
Rodrigo Palacio Rodrigo Palacio fonte immagine: Bologna FC

Il Resto del Carlino - Bologna, Palacio-Raimondo una sostituzione per il futuro

Scritto da  Mag 19, 2021

 

Lunedì 17 maggio 2021, Verona, Stadio Bentegodi, minuto 90, Rodrigo Palacio è reduce dal quinto gol stagionale e Sinisa Mihajlovic decide di concedergli una piccola passerella per quella che è stata forse l’ultima trasferta del Trenza con la maglia del Bologna. Al suo posto entra Antonio Raimondo, giovane talento del settore giovanile rossoblù.

 

GENERAZIONI – Antonio Raimondo è nato 18 marzo 2004, a Ravenna. Nello stesso periodo Rodrigo Palacio aveva già debuttato da tempo tra i professionisti e contava già oltre 40 presenze e 20 gol tra i professionisti. Di lì a un anno Palacio si sarebbe trasferito al Boca Juniors. Quello di lunedì sera si può definire come il più classico passaggio di consegne tra il vecchio e il nuovo Bologna. Il Bologna dei veterani e il Bologna della linea verde, quella che la società spera di lanciare con sempre più forza. Due facce dello stesso Bologna, aggrappato ai gol del Trenza (questa è infatti con 5 gol, la sua seconda miglior stagione rossoblù) e all’esperienza di Danilo, ma pronto a lanciare quei giovani che un domani dovranno portare le ricche plusvalenze a bilancio per rilanciare il club a livello sempre più alto.

FONDAMENTALI – Palacio e Danilo, entrambi sempre più lontani dal Bologna, sono stati ancora una volta due dei principali artefici di questa stagione. Palacio in particolare non ha avuto stop fisici in questa stagione, dimostrandosi comunque affidabile al di là dell’età. I due veterani rossoblù si sono dunque rivelati importantissimi per i rossoblù per raggiungere quella salvezza, obiettivo minimo di una stagione a cui si può chiedere ancora poco, magari un undicesimo posto che sarebbe un progresso rispetto al dodicesimo dell’anno passato, anche perché il Bologna 20/21 ha perso la sfida con sé stesso oggi i punti sono 41 con la speranza di farli diventare 44, lo scorso anno invece furono 47. Ecco, dunque che mettere il mirino sulla crescita dei giovani diventa fondamentale per fare meglio un domani.

 

Fonte: Massimo Vitali, Il Resto del Carlino

Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.